5Stelle non più Raggi-rate: Di Battista lascia Virginia ai suoi "oneri e onori"

14 settembre 2016 ore 11:34, Lucia Bigozzi
Virginia Raggi è sindaco e oggi “è del tutto autonoma, a lei onore e onore”. Così Alessandro Di Battista, su La7 spiega il ‘caso’ Campidoglio. E ammette che l’errore maggiore compiuto della Raggi è “il non aver spiegato nel primo mese in che situazione drammatica verte la Capitale”. Un errore che, in riferimento alla vicenda dell’assessore Muraro “serve a farci riflettere”. Fin qui una sorta di outing del parlamentare-membro del direttorio che adesso verrà allargato come indicato da Beppe Grillo dal suo blog e come, pare, sollecitato anche da Davide Casaleggio. Dunque non più cinque parlamentari, ma qualcosa in più e in questa partita nuova, secondo gli spifferi raccolti da Intelligonews, a “cantare vittoria” sono i senatori a 5Stelle che nelle stanze del Movimento reclamavano maggiore visibilità e ruolo politico-strategico rispetto alla linea da dare  e da seguire sui dossier parlamentari, a cominciare dal referendum costituzionale per passare poi al delicato capitolo della modifica dell’Italicum sulla quale Renzi ha mostrato una prudente apertura, che però, ha riaperto il fronte della polemiche tra le fila della minoranza dem. 

5Stelle non più Raggi-rate: Di Battista lascia Virginia ai suoi 'oneri e onori'
“Su Roma ci assumiamo le responsabilità di errori e leggerezze. Noi abbiamo dato per scontato che l'assessore Muraro potesse far parte di queste indagini, lo sapevano tutti i giornali.
Ci siamo detti 'aspettiamo un avviso di garanzia'. Un errore non dirlo subito, non dobbiamo più commetterlo e questo errore serve a farci crescere”, ribadisce Di Battista, mentre nei corridoi dei palazzi della politica si parla con una certa insistenza del ‘fantomatico’ faccia a faccia tra Grillo e la sindaca. Fantomatico perché atteso, evocato, ma mai concretizzato, almeno fino a questo momento. Per ora solo contatti telefonici tra il leader del Movimento e la sindaca grillina. Si sa però che un vertice è nell’aria e dovrebbe avvenire nei prossimi giorni. Si parla di tutte le “Stelle” in campo per un confronto con la Raggi finalizzato a trovare la quadra per uscire dalle tensioni che stanno avvelenando il clima fuori e dentro il Campidoglio. Intanto da ieri è partita la controffensiva mediatica dei grillini: la linea è andare in tv e nei talk per spiegare cosa sta succedendo. Un modo per chiarire, ma anche per non rischiare di perdere l’appeal che ancora il Movimento vanta tra elettori e cittadini delusi dalla politica vecchio stampo. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]