Champions, doppio Milik e il Napoli espugna Kiev. Ma il girone resta duro

14 settembre 2016 ore 13:55, Andrea De Angelis
Vincere in trasferta al debutto in Champions League è un'arma a doppio taglio. Da un lato regala tre punti in classifica di platino, conquistati su un campo tutt'altro che facile e contro un avversario che si è dimostrato all'altezza pur giocando oltre un quarto di gara in inferiorità numerica. Dall'altro rischia di far credere che il passaggio del turno sia cosa quasi fatta, quando invece si è solo all'inizio di un cammino tutt'altro che facile. 

Forse per questo ieri Sarri, a caldo, ha usato più il bastone che la carota nei confronti dei suoi uomini dicendo che si sarebbe potuto fare anche meglio. Da tecnico navigato qual è, sa bene che in Europa ogni minima distrazione può essere fatale, sia in campo, sia a risultato acquisito. Per questo la gara del 28 settembre in casa con il Benfica, probabilmente la squadra più temibile del girone bloccata sull'1-1 in casa dal Besiktas, non si può sbagliare. Anche se oggi l'importante era non perdere. 

Champions, doppio Milik e il Napoli espugna Kiev. Ma il girone resta duro
Una partita che ha visto i padroni di casa della Dinamo partire meglio rispetto agli azzurri, tanto da far registrare già al primo minuto di gioco una potenziale occasione da rete. Il goal del vantaggio arriva al minuto 26 con Denys Garmash, abile a sfruttare al meglio il colpo di testa di un compagno. 
La forza del Napoli è emersa proprio qui, quando il rischio era quello di capitolare nuovamente nella bolgia dello stadio ucraino. Invece sono bastati appena dieci minuti agli uomini di Sarri per acciuffare il pareggio grazie a un colpo di testa di Milik, bravo a finalizzare l'assist di Ghoulam. Il Napoli cresce allora in sicurezza e spinge per capovolgere prima della fine del tempo il risultato. Tra i migliori in campo c'è il belga Mertens, preferito ad Insigne. E proprio da lui arriva il secondo assist per Milik che all'ultimo istante della prima frazione realizza la rete che risulterà decisiva
Nella ripresa non mancano le emozioni, soprattutto grazie a Mertens. Il cartellino rosso degli avversari a metà ripresa consegna i tre punti al Napoli, che senza grandi patemi d'animo porta a casa il massimo risultato. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]