Boom dieta gluten-free: aumento della celiachia? No, paura di ingrassare

14 settembre 2016 ore 19:47, Americo Mascarucci
C'è chi pur non essendo affetto da celiachia sceglie di rinunciare a mangiare cibi contenenti glutine, per inseguire una moda o anche solo per cattiva infiormazione.
Uno studio di ricercatori americani condotto su oltre 22mila persone seguite per il National Health and Nutrition Examination Survey dal 2009 al 2014, ha infatti accertato che la percentuale di pazienti celiaci nella popolazione non sta affatto aumentando. 
Infatti per le 22mila persone sottoposte ad un test per la celiachia, la prevalenza della malattia è rimasta stabile attorno allo 0,7 per cento.
Ciò nonostante il numero di persone che hanno scelto una dieta gluten-free senza soffrire di celiachia è aumentato dallo 0,5 per cento del 2009-2010 all'1,7 per cento del 2013-2014
Più che triplicato nell'arco di appena cinque anni.
"Le due tendenze potrebbero essere in qualche modo legate - dice l'autore, Hyun-seok Kim della Rutgers Medical School del New Jersey - un elevato consumo di glutine è infatti un fattore di rischio noto per lo sviluppo di celiachia, perciò il calo dei consumi potrebbe aver portato al raggiungimento di una sorta di plateau di casi". 

Negli Stati Uniti negli ultimi anni la percentuale di persone che utilizzano una dieta senza glutine è salita dallo 0,52% all’1,69%. Un incremento non sostenuto da un aumento della popolazione colpita da malattie autoimmuni, salita nel frattempo dallo 0,6 allo 0,8 % degli americani. 
Boom dieta gluten-free: aumento della celiachia? No, paura di ingrassare
Ci sono quindi molte persone sane che decidono arbitrariamente di mangiare cibi gluten free. 
La causa sarebbe nella convinzione molto radicata ma infondata che il glutine faccia ingrassare. Per chi non ha particolari problemi, il glutine invece non soltanto non è dannoso ma potrebbe rivelarsi una proteina benefica capace di saziare e apportare elementi nutritivi importanti. 
Poi certo, come tutte le cose anche il glutine se somministrato all'organismo in modo eccessivo può produrre conseguenze anche indesiderate favorendo l'ingrassamento, ma non è scientificamente provato che il consumo di glutine faccia automaticamente ingrassare. Dipende tutto dalle quantità. 
Se non esiste una diagnosi certa di celiachia non serve abolire il glutine dall’alimentazione. 
Alla fine c’è chi arriva ad affermare che forse è meglio abolire la proteina del glutine dalla propria alimentazione per stare meglio e magari persino dimagrire. 
Ma quando si prendono certe decisioni, prima di decidere arbitrariamente di seguire una dieta particolare sempre meglio consultarsi con i medici.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]