Nuovi sbarchi, volano parole grosse tra Lega e 5Stelle

15 aprile 2015, intelligo
Nuovi sbarchi, volano parole grosse tra Lega e 5Stelle
Tensione altissima in Parlamento. Il tema è quello, infuocato, dei nuovi sbarchi di immigrati e l’appello del Viminale alle Regione per l’ospitalità dei profughi. 

Da un lato ci sono i grillini Carlo Sibilia e Manlio Di Stefano che hanno definito gli esponenti del Carroccio “Lega di ipocriti. Oggi l’Italia è costretta ad accogliere ogni immigrato che mette piede sul suolo italiano a causa del Regolamento di Dublino III, un trattato europeo ratificato da Pd, Forza Italia e dalla stessa Lega Nord. Questa è realtà, il resto è solo propaganda”. 

Dall’altro c’è il parlamentare Nicola Molteni che “spara” alzo zero: “Il M5S ha le mani insanguinate per le morti nel Mediterraneo. I grillini sono complici di Renzi e Alfano: hanno votato tutti i provvedimenti pro-invasione voluti dal governo, sono - al pari del Pd - il partito dell'immigrazione sfrenata, il Movimento Cinque clandestini”. 

Controreplica del M5S: “Da una parte abbiamo un governo che ci ha venduto l’operazione Triton come un sostegno dell’Ue, mentre si tratta solo di una missione fantoccio, avviata al termine di un'altra operazione di facciata come Mare Nostrum, costata agli italiani oltre 110 milioni di euro. Dall'altra abbiamo un movimento di ipocriti dalla camicia verde che sparerebbe a vista a ogni rifugiato”. 

Molteni rincara la dose e accusa il Movimento di Beppe Grillo di flirtare “col governo per far arrivare clandestini a casa nostra, pagati con i nostri soldi. Ha infatti votato a favore della cancellazione del reato di clandestinità, ha contribuito a bocciare la mozione della Lega Nord per bloccare Mare Nostrum (l'operazione importa-clandestini), ha votato a favore di Triton (altra faccia della medaglia di Mare Nostrum), ha votato per la cancellazione dei Cie e, successivamente, per dimezzare il tempo di permanenza dei clandestini all'interno delle strutture di permanenza temporanea. I grillini sconfessano Grillo e inciuciano col Pd per importare clandestini nel nostro territorio, mettendo a rischio vite umane e alimentando il business criminale dell'accoglienza”. 

Per Sibilia e Di Stefano, invece, i toni e i temi cavalcati dalla Lega sono “prove di campagna elettorale, mentre il M5S ha delle proposte concrete per risolvere l'emergenza: superamento del regolamento di Dublino, istituzione di centri di richiesta di asilo europei nei Paesi di transito, introduzione di una quota massima di migranti per ogni Stato Membro e lo stanziamento di fondi alle famiglie italiane in difficoltà per ogni tot di migranti ospitati dall’Italia”. 

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]