Mar Baltico, venti di guerra tra Russia e Usa: questione di jet e di "metri". VIDEO

15 aprile 2016 ore 10:45, Americo Mascarucci
Tensione sul Mar Baltico tra Usa e Russia. 
Il Pentagono ha denunciato una serie di sorvoli ''aggressivi'', tra lunedì e martedì, di aerei militari russi su una nave da guerra americana nelle acque internazionali del mar Baltico. Due Su-24, stando alla versione americana, sono passati sopra il cacciatorpediniere Donald Cook impegnato in un'esercitazione Nato a meno di 900 metri di distanza e ad un'altezza di 30 metri. 
"Erano così vicini da creare ondate contro lo scafo", hanno dichiarato i marinai americani. E il comando delle forze statunitensi ha manifestato "la profonda preoccupazione per le manovre insicure e poco professionali dei voli russi. Queste azioni hanno la capacità di far crescere la tensione tra i nostri paesi e possono provocare un errore di calcolo o un incidente in grado di causare danni gravi o vittime". 

Mar Baltico, venti di guerra tra Russia e Usa: questione di jet e di 'metri'. VIDEO
Secondo il comando delle forze statunitensi in Europa, uno dei due caccia di Mosca ha sfiorato la nave Usa a meno di nove metri con una manovra che aveva ''il profilo di un attacco simulato'' e che ha ''provocato dei mulinelli d'acqua''. Poco prima un elicottero russo anti sommergibile Ka-27 aveva volato sette volte vicino alla nave, scattando delle foto. ''Questo incidente è in contraddizione con le norme professionali che si applicano a militari operanti vicini l'uno all'altro in acque internazionali e nello spazio aereo internazionale'', ha commentato Josh Earnest, portavoce della Casa Bianca, deplorando i ''ripetuti incidenti'' dell'anno scorso. Ma gli ultimi sorvoli, secondo un responsabile americano rimasto anonimo, ''sono stati più aggressivi di tutti quelli che abbiamo visto da un certo tempo''.
L’esercitazione della Nato è stata quindi sospesa fino a quando i due caccia russi non si sono allontanati. Anche al suo arrivo, venerdì scorso, nel porto polacco di Gydnia, il Cook sarebbe stato seguito da una nave di ricognizione usata dai russi per raccolta di informazioni di intelligence, secondo quanto ha riportato la Cnn. Gli incidenti sono avvenuti una settimana prima dell’incontro previsto a Bruxelles tra gli ambasciatori della Nato e quello russo per discutere di Ucraina, Afghanistan ed altre questioni militari.  
Secondo il portavoce del ministero della Difesa di Mosca, Igor Konashenkov, i caccia russi sul Mar Baltico avrebbero rispettato "tutte e le misure di sicurezza".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]