Appello al Senato contro gli “ecocriminali”. Ecco chi l'ha fatto

15 dicembre 2014 ore 19:43, intelligo
Appello al Senato contro gli “ecocriminali”. Ecco chi l'ha fatto
Delitti ecologici nel codice penale. E’ l’appello di 25 associazioni tra le quali Libera di don Ciotti e Legambiente, al Senato.
Obiettivo: sollecitare una veloce approvazione del disegno di legge in discussione a Palazzo Madama. Le associazioni chiedono di inserire nel codice penale in particolare i reati di inquinamento e disastro, in modo tale da aiutare magistratura e forze dell'ordine ad assicurare alla giustizia i colpevoli di gravi reati ecologici e mettere un freno alle lucrose attività dell’ecomafia e della criminalità ambientale. Indirizzato al Presidente Pietro Grasso e ai Presidenti delle Commissioni Giustizia e Ambiente, Nitto Palma e Marinello, l'appello chiede l’approvazione in tempi rapidi del ddl sui reati ambientali nel Codice penale, per frenare un'attività criminale che conta 30mila reati accertati l'anno e frutta a chi delinque oltre 16 miliardi di euro. Oggi, ricordano in una nota le associazioni, chi inquina, nella peggiore delle ipotesi, si rende responsabile di reati di natura contravvenzionale, risolvibili pagando un’ammenda (prescrizione a parte). LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]