Zuckerberg su Facebook fa il padre: ora siamo al cambio di pannolino pubblico

15 dicembre 2015 ore 15:58, intelligo
Zuckerberg su Facebook fa il padre: ora siamo al cambio di pannolino pubblico
Quando perfino il pannolino diventa social. Non poteva che essere così quando il pannolino in questione appartiene alla neonata del “re Mida” dei social network. Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook ha voluto condividere col mondo del web e gli utenti della sua piattaforma, non solo la nascita Max, primogenita di casa Zuckerberg, ma pure il primo cambio di pannolini. Con tanto di frase ad effetto che prelude, chissà, a nuovi orizzonti di business. “One more down, thousands to go” che più o meno in italiano suona così: “Per uno cambiato, ce ne saranno migliaia da cambiare”. Frase postata su Facebook dal neo-papà Mark Zuckerberg che proprio dopo la nascita della bambina e in suo onore, ha deciso di devolvere il 99 per cento delle azioni che detiene nella piattaforma più amata di tutti i tempi. E che la news postata dal patron di Fb abbia fatto centro, lo testimoniano gli ottocentomila “like” scattati in pochi minuti. Forza dei social o nuovo business per Zuckerberg? Al momento non è dato sapere, vedremo se e come in seguito, il “re Mida” dei social network deciderà di agire e su quale direzione. C’è anche chi, nella ridda di congetture e commenti sul web, si domanda se lo stesso Zuckerberg non si sia fatto prendere un po’ troppo la mano dall’euforia di esser diventato padre. E c’è perfino chi considera il suo slancio social “abbastanza invadente”. Solo poche settimane fa (era il 1 dicembre), dopo la nascita di Max, l’uomo più social (e ricco) del mondo aveva annunciato insieme alla moglie Priscilla Chan, l’impegno a donare la quasi totalità del pacchetto azionario di Fb (valore attuale 45 miliardi) a progetti di filantropia con la realizzazione della Chan Zuckerberg Initiative. 

Obiettivo dichiarato nella lettera-aperta alla figlia: aumentare il potenziale umano e promuovere l’uguaglianza. Nobili fini, chapeau ma forse se Zuckerberg risparmiasse l’elogio del pannolino, sarebbe decisamente più apprezzato. 

LuBi 


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]