Ior, è guerra tra lobby

15 febbraio 2013 ore 16:05, Marta Moriconi
di Lawrence d'Arabia
Ior, è guerra tra lobby
Il Corriere della Sera di ieri riportava la notizia che, dopo quasi 9 mesi di vacatio, il prossimo presidente dello Ior sarebbe stato un banchiere belga. A firmare l'articolo il notista politico, già editorialista di Avvenire, Massimo Franco. Ma alle 13,11, l'agenzia di stampa Radiocor dava un nome al banchiere: Bernard De Corte. Alle 13,43 il portavoce vaticano padre Lombardi gesuiticamente smentiva. Giornalisti impazziti? No, la fonte era ottima: un potente cardinale. Il quale, prima di rimettere il proprio mandato nelle mani del nuovo pontefice, voleva assicurarsi una nomina decisiva, anche se con argomento risibile: togliere dall'imbarazzo il futuro Papa. La guerra tra lobby, denunciata anche da Benedetto XVI, l'ha per il momento impedita.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]