Il cielo è arrabbiato: pioggia di meteoriti sul mondo. E' la profezia della Lueken?

15 febbraio 2013 ore 18:45, Marta Moriconi
Il cielo è arrabbiato: pioggia di meteoriti sul mondo. E' la profezia della Lueken?
Dalla Russia a Cuba passando per Roma. E’ successo prima nell'ex Unione Sovietica. Diverse persone sono gravi, 1200 le persone coinvolte
. Tra i feriti 82 bambini. Frammenti hanno colpito sei città. Danni sono stati rilevati in 34 ospedali e 360 scuole. Per il premier Dmitri Medvedev questa «è la prova che non solo l’economia è vulnerabile, ma l’intero pianeta» Il tutto mentre alle 20,40 (stesso giorno) si attende l'attraversamento cosmico più vicino alla Terra. L’Agenzia spaziale europea (Esa) ha però precisato: nessun collegamento tra i due fenomeni. Ma a Cuba è successo altro. Residenti di una località nella regione centrale hanno dichiarato di aver visto un oggetto che cadeva dal cielo e poi è esploso facendo tremare le case del posto. Per ora si tratta di testimonianze. L’immagine di una catastrofe che giunge dall’alto è profetica. Un’immagine che ritorna in molte apparizioni mariane. Alla mistica Veronika Lueken, la Madonna mostrò «…una grossa sfera (con una coda simile ad una striscia di fuoco) che attraversava velocemente il cielo, dirigendosi verso la terra e producendo un grande calore. Vi erano città in fiamme, gente che correva e cadeva. L'aria era pesante e spessa e mancava di ossigeno. La sfera girava e rigirava velocemente nel cielo rovesciando grosse particelle di polvere (Veronica soffocava). Le onde del mare si sollevavano molto in alto, ricadendo sulla terraferma, su New York. “Figlia mia, al momento del castigo lo splendore causato dall'avvicinarsi dell'oggetto celeste, inviato dal Padre come agente punitore, illuminerà la notte in pieno giorno. Questo corpo celeste emanerà una grande quantità di calore sulla terra”. [..]  Veronica vide allora una grande macchia nera estendersi sul mondo ed una grossa sfera (somigliante ad un Sole, ma piccola a causa della lontananza) che se ne veniva giù attraverso lo spazio». E come dimenticare il fulmine, che è stato immortalato dal giornalista dell’Ansa, e che ha colpito la Chiesa di San Pietro? Una Chiesa con il Papa dimissionario e che sta attraversando un periodo molto difficile. Segni che un tempo non sarebbero passati inosservati, ma che oggi, sensazionalismo a parte, sono sulla bocca di tutti senza essere vagliati dalla fede di nessuno.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]