Che fine ha fatto Paola Barale? Il ritorno

15 febbraio 2016 ore 12:11, intelligo
di Anna Paratore

Una donna complicata e bellissima, Paola Barale. Una star della TV che troppo presto sembra aver smesso con la televisione e, più in generale con il mondo dello spettacolo.  Contraddittoria, Paola, come quando a chi le domandava cosa le fosse rimasto del suo matrimonio con Gianni Sperti, il ballerino, rispose che ripensandoci e senza voler mancare di rispetto a nessuno, non le sembrava nemmeno di essere mai stata sposata. Poi, poche risposte dopo, nella stessa intervista, diceva: “Rammaricarsi delle esperienze fatte, vuol dire arrestare il proprio sviluppo”, anche se forse aver cancellato un matrimonio dalla propria mente e vari anni di convivenza per lei non sia sintomo di rammarico. Ma la Barale è affascinante anche per questo, una venere enigmatica e sfuggente, come forse ogni donna dovrebbe essere per mantenere il suo fascino. E’ sempre stata così?
Paola Barale nasce a Fossano in provincia di Cuneo il 26 aprile del 1967.  Probabilmente non penserebbe mai di impegnarsi nel mondo dello spettacolo se un’incredibile somiglianza con Madonna all’epoca di True Blue, non la incoraggiasse in quel senso. Paola voleva una vita tranquilla, non lontano dalla famiglia, impegnata come professoressa di ginnastica. Si ritrova invece a fare la Littorina nella trasmissione di Antonio Ricci, Odiens.  All’epoca, oltre alla somiglianza con Madonna, Paola è anche una florida ragazza piemontese, da certi punti di vista un po’ naif. La nota Mike Bongiorno, e la vuole con sé. Da quel momento lei diventa la valletta ufficiale del noto presentatore e, di conseguenza, un volto conosciutissimo nelle case degli italiani. 
Paoletta, come la chiama Mike, ha un’aria da brava ragazza, e questo la rende simpatica anche al pubblico femminile che non “adotta” facilmente le bellezze del tubo catodico. La Barale invece ha un posto nelle famiglie italiane, e sa anche tenerselo alimentandolo con molto garbo e una buona dose di ingenuità che non si sa quanto sia reale o costruita.  Partecipa così a un buon numero delle trasmissioni di Mike, e cominciando anche ad apparire in altre produzioni, come il primo programma dedicato alle televendite, dal titolo Grandi magazzini. Poi lavora ripetutamente con Gerry Scotti, con Claudio Cecchetto, con Luca Barbareschi e con Fiorello con cui, in giro per l’Italia, presenta Un disco per l’estate.
Finalmei, anche per la Barale arriva il salto di qualità. E’ il 1995 quando Maurizio Costanzo la conosce e  la ingaggia per  il contenitore domenicale della Mediaset, Buona Domenica, dove Paola non è più  “una spalla”, ma una vera e propria prima donna. Intanto anche la vita della Barale subisce profondi cambiamenti.  Dopo una relazione durata tre anni con l’attore Marco Bellavia chiude e, una volta tornata single,  conosce Gianni Sperti, il primo ballerino di Buona Domenica.  Ne nasce una storia d’amore che culminano con il matrimonio il 20 giugno del 1998.  Tutto sembra andare per il verso giusto anche se in molti notano un certo cambiamento in Paola. Ogni giorno che passa, la ragazza “della porta accanto” si trasforma sempre di più in una platinata “ragazza copertina”. Abbandonato già da molto tempo il look simil Madonna, Paola è sempre stata una florida bellezza acqua e sapone, con una spruzzata d efelidi sul naso e i lunghi capelli ricci difficili da domare.  In quel periodo, invece, comincia a dimagrire sempre di più, fino a diventare filiforme se non fosse che modella il corpo in palestra, forse con l’aiuto dello stesso Gianni Sperti che cura per lei anche le coreografie e i balletti della trasmissione.  Ma oltre al fisico, anche il volto di Paola cambia, si affina, i  suoi lineamenti sembrano più scolpiti, i grandi occhi azzurri sembrano ora avere una piega più esotica e una luce più profonda. Una via di mezzo tra una Marilyn Moonroe e  Marlene Detrich, attualizzate ai giorni nostri. E’ inutile dire che si tratta di un grande successo: la “valletta” preferita dalle famiglie italiane è ora una sorta di diva del piccolo schermo.  Ma tutto questo è frutto solo dell’evoluzione di un nuovo percorso  artistico o c’è di più?  Lo si capisce quando Paola divorzia improvvisamente da Gianni Sperti e sparisce anche da Buona Domenica senza spiegazioni anzi, se una spiegazione c’è, è qualche frecciata criptica che le lancia a distanza riguardo  a una presunta mancanza di professionalità. Velatamente, qualcuno fa notare che aver voltato le spalle alla potente coppia Costanzo De Filippi le potrebbe costare caro in termini di carriera, e forse non ha torto. Paola Barale sparisce dagli schermi televisivi mentre le sue foto con il modello israeliano, scattate in giro per il mondo, impazzano sulle riviste di gossip. Per lei inizia una stagione lontana dalla televisione, che la vuole però donna immagine per marche famose. Poi, dopo un periodo molto lungo, intorno al 2008 Paola torna a Buona domenica, segno  della pace fatta con Costanzo and Co. sempre che guerra ci sia mai stata. 
Paola dunque è di nuovo in TV, ma molto meno presente di un tempo, mentre anche la sua vita privata viaggia tra gli alti e i bassi. Si registrano un paio di rotture con Degan, sempre rientrate fino a quella del 2015 che risulta essere definitiva. L’annuncio arriva da Paola stessa, sulla sua pagina facebook. "Ora posso ricominciare ad amare, a programmare", dice, e aggiunge: "Era giusto farlo . I social network oggi sono un mezzo di comunicazione diretto. Ho reso pubblico, senza intermediari, un dato di fatto che corrispondeva a una scelta fatta un mese prima con Raz. Le parole scritte le ha dettate il mio cuore". 
Programmi futuri della Barale? A primavera su Italia 1 andrà in onda Flight 920 (Traduzione: Volo 920), un reality prodotto da Magnolia, che fonde sia l'aspetto dell'adventure a quello del talk show. Buona fortuna, Paoletta.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]