Unioni civili, appello di Alfano a cattodem e 5stelle: e dopo 24h spunta l'ultima mediazione

15 febbraio 2016 ore 15:28, Americo Mascarucci
Unioni civili, appello di Alfano a cattodem e 5stelle: e dopo 24h spunta l'ultima mediazione
Spunta una nuova proposta di mediazione sul Disegno di legge Cirinnà sulle unioni civili.
Una proposta che se approvata potrebbe salvare la faccia a tutti: ai proponenti il ddl che vedrebbero mantenuto l’impianto della legge e nel contempo i cattolici del Pd che vedrebbero invece scongiurato il rischio che con la stepchild adoption si vada ad incentivare la pratica della meternità surrogata.
In pratica la proposta di mediazione consisterebbe nel limitare la stepchild adoption soltanto alle situazioni già in essere, ossia le coppie gay all'interno delle quali uno dei partner avrebbe già un figlio biologico. 
Dove sarebbe il vantaggio? Nell'evitare che appunto una coppia omosessuale per avere il figlio da poter adottare in Italia ricorra all'estero alla pratica dell’utero in affitto. Perché alla fine è proprio su questo aspetto che si concentrano le maggiori criticità della norma.
Ma a questo punto non sarebbe molto più conveniente stralciare la stepchild e magari inserire la norma sull'affido rafforzato? Parrebbe proprio di no. 
Il pd è sempre più nel pallone schiacciato fra i fautori della legge che non sarebbero disponibili a stralciare la stepchild e i cattodem che invece vorrebbero altri e diversi tipi di soluzione. A complicare le cose nelle ultime ore è pure intervenuto lo spettro del canguro che se approvato farebbe decadere la stragrande maggioranza degli emendamenti, compresi molti dei cattodem scatenando le ire di una parte dei senatori democratici.. Ecco quindi che la ricerca di una mediazione nel partito diventa essenziale. 
La stepchild adoption limitata alle situazioni già esistenti allo stato attuale sembrerebbe essere davvero l’ultima spiaggia.

A complicare la situazione è intervenuta nelle ultime ore anche la polemica innescata dal ministro dell’Interno Angelino Alfano che ha invitato cattodem e malpancisti 5Stelle a bocciare la norma sulla stepchild e a farla saltare. Una mossa che è sembrata rivolta a riguadagnare terreno fra l’elettorato cattolico, soprattutto in direzione della piazza del Family Day. Anche se poi all'atto pratico se davvero Ncd volesse far saltare la legge avrebbe l’arma più efficace per farlo: basterebbe ritirare la delegazione al Governo e minacciare la crisi. Allora sì che forse la Cirinnà andrebbe in soffitta. Ipotesi questa che però è scartata a priori, ragione per cui ad Alfano non resterebbe che sabotare il Ddl dall'interno.  

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]