Alfano (Ncd) e Berlusconi (Fi) hanno un problema …

15 gennaio 2014 ore 12:29, intelligo
Alfano (Ncd) e Berlusconi (Fi) hanno un problema …
Il centrodestra ha un problema da qui a maggio, europee sì ma anche amministrative e, forse, politiche. Concentrandoci sulle amministrative nei ranghi di Ncd e Fi corre un brivido non da poco: nello schieramento oggi diviso ma destinato a unire le forze (alias voti) nelle urne, manca una ‘palestra’ da cui pescare l'anti-Renzi. Gli unici sindaci di centrodestra di cui si parla con interesse sono Alessandro Cattaneo a Pavia e Paolo Perrone, il sindaco di Lecce.
E se si pensa che oggi come oggi il centrodestra governa un unico capoluogo di regione, Campobasso, peraltro non esattamente centrale nello scacchiere nazionale, il quadro è abbastanza desolante. E se a questo si aggiunge la costatazione che solo poco tempo fa il centrodestra governava Palermo, Roma, Milano persino Bologna con Guazzaloca, la cosa diventa di per sé un fatto eclatante. Un dato che inevitabilmente si riflette sul tema del ricambio generazionale, sulle modalità di scelta della classe dirigente. Alfano prova a innovare ma per ora dovrà misurare la sua ‘forza’ politica al voto europeo per capire se e come andare avanti. Berlusconi ha lo stesso problema: all’annuncio del giovane Toti alla guida di Fi con il ruolo di coordinatore unico, è seguito un repentino dietrofront dopo gli “avvertimenti” di Fitto e metà classe dirigente azzurra.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]