L'ira di Cecilia Strada su Fb: gli immigrati a casa mia? Pago le tasse

15 giugno 2015, Micaela Del Monte
L'ira di Cecilia Strada su Fb: gli immigrati a casa mia? Pago le tasse
Cecilia Strada, figlia di Gino Strada fondatore di Emergency, ha scatenato l'inferno quando ha risposto su Facebook a tutti quelli che le chiedevano: "Perché non ospiti i profughi a casa tua, eh?".

Probabilmente nell'ultimo periodo, vista l'emergenza immigrati e la "missione" del padre, a Cecilia sono arrivati parecchi messaggi e di sicuro non li ha graditi proprio tutti, considerata la risposta seccata e anche piuttosto coraggiosa:

"E perché dovrei? - ha scritto la Strada su Facebook - vivo in una società e pago le tasse. Pago le tasse così non devo allestire una sala operatoria in cucina quando mia madre sta male. Pago le tasse e non devo costruire una scuola in ripostiglio per dare un'istruzione ai miei figli. Pago le tasse e non mi compro un'autobotte per spegnere gli incendi. E pago le tasse per aiutare chi ha bisogno. Ospitare un profugo in casa è gentilezza, carità. Creare - con le mie tasse - un sistema di accoglienza dignitoso è giustizia. Mi piace la gentilezza, ma preferisco la giustizia". 

"Mi rimane una curiosità - ha poi aggiunto -. Tutti quelli che quando si parla di migranti arrivano qui - e sottolineo: non sono io che vengo a cercare voi per imporvi le mie idee, siete voi che venite qui - esordendo con insulti a pioggia, contumelie, calunnie gratuite: ma fate sempre così? incontrate le persone per strada ed esordite con "ma vaffanculo?". avete mai pensato che esiste un altro modo di parlare, di confrontarsi? un modo che non inizia con l'offesa? un modo che magari porta più valore per tutti? boh."

L'ira di Cecilia Strada su Fb: gli immigrati a casa mia? Pago le tasse
L'ira di Cecilia Strada su Fb: gli immigrati a casa mia? Pago le tasse
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]