"Svp elegge deputati italiani per farli lavorare come austriaci"

15 luglio 2014 ore 10:19, Andrea De Angelis
"Abbiamo visto per molti anni i rappresentanti a Strasburgo della Südtiroler Volkspartei comportarsi come se, per rappresentare legittimamente gli interessi degli italiani di lingua tedesca residenti in Alto Adige, bisognasse piegarsi a quelli austriaci. Ora, con la decisione dell'onorevole Herbert Dorfmann di lasciare la delegazione italiana del Ppe (che comprende anche FI e Ncd-Udc, ndr) per confluire in quella austriaca, abbiamo la definitiva conferma che quell'atteggiamento non era semplicemente frutto di una consonanza culturale e linguistica, ma una lucida strategia che purtroppo vede eletto con voti italiani chi non si sente italiano di lingua tedesca, ma direttamente austriaco.  
'Svp elegge deputati italiani per farli lavorare come austriaci'
  Così Carlo Fidanza, membro dell'esecutivo nazionale di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale e già capogruppo del partito al Parlamento europeo, nel commentare quella che definisce "l'evoluzione dei salti carpiati della Südtiroler Volkspartei", il partito politico regionale italiano che rappresenta, per statuto, gli interessi delle minoranze tedesca e ladina della Provincia autonoma di Bolzano.  Spiega infatti Fidanza: "Non si accontentano più di eleggere i propri rappresentanti grazie a un accordo con la sinistra e poi in Europa schierarli con il centrodestra, oggi addirittura li fanno eleggere da italiani e lavorare come austriaci. È una nuova pagina cupa dell'autonomismo altoatesino".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]