Luglio di fuoco: caldo da bollino rosso in città, venerdì 17 il picco

15 luglio 2015, intelligo
Luglio di fuoco: caldo da bollino rosso in città, venerdì 17 il picco
Allerta caldo, ci risiamo.

Colpa dell'Anticiclone che nei prossimi giorni alzerà le temperature riportando l'afa tra noi. Il picco dell'ondata di calore sarà venerdì 17, si parla di oltre 38-40 gradi per almeno 8 città.

Gli esperti sono al lavoro, inviano dati e numeri del caldo. Quelli di 3B Meteo parlano di una condizione anomala, a colpire sia la durata che l'intensità. Paragonabile solo l'estate 2003 che raggiunse cifre di temperature record. 

Per la giornata di martedì 14 luglio, previsto bollino rosso per 5 città: Bolzano, Campobasso, Latina, Palermo e Perugia. Peggiora la situazione mercoledì 15 luglio, con bollino rosso per 8 città: Bolzano, Campobasso, Firenze, Latina, Palermo, Perugia, Roma e Torino.

Ma a queste vanno sommate 9 città con 'bollino arancione', cioè con condizioni di rischio per soggetti fragili (anziani, malati cronici e bambini). 

Si tratta di Bologna, Brescia, Civitavecchia, Frosinone, Genova, Milano, Rieti, Verona e Viterbo. 

Gli effetti  secondo la Coldiretti - si fanno sentire sulla vita quotidiana delle persone con quasi 12 milioni di italiani che soffrono di insonnia per le temperature notturne tropicali, la gente trascorre più tempo in casa, ma c'è anche una rivoluzione nei consumi che tendono a privilegiare prodotti rinfrescanti mentre è praticamente bandito l'uso del forno e si innalzano i consumi elettrici per i condizionatori. 

E sempre Coldiretti fa sapere che le condizioni per garantire un buon riposo dipendono però molto dai comportamenti durante il giorno a partire da una alimentazione corretta. Gli alimenti conditi con molto pepe e sale, ma anche con curry, paprika in abbondanza sono - continua la Coldiretti - i veri nemici del riposo che è invece aiutato da cibi come pane, pasta e riso, ma anche lattuga, radicchio, cipolla, aglio e formaggi freschi, uova bollite, latte fresco caldo e frutta dolce.

I consigli sono sempre gli stessi insomma: bambini e anziani a casa nelle ore di picco, bere molta acqua e mangiare molta frutta e verdura.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]