Un "collirio speciale" Vs le malattie del cervello: Montalcini apripista

15 luglio 2015, Marta Moriconi
Un 'collirio speciale' Vs le malattie del cervello: Montalcini apripista
Contro le malattie neurodegenerative c'è un collirio "speciale" da mettere sempre negli occhi ma curare il cervello.

La scoperta è di un gruppo di ricercatori dell'Ibcn-Cnr di Roma che si sono concentrati sul fattore di crescita neuronale (Nfg).

Grazie a questo elemento le cellule progenitrici presenti nel cervello riescono a produrre nuovi neuroni da qui la volontà di metterlo nel farmaco.

E il successo è descritto sulla rivista European Journal of Neuroscience, che racconta i test su cavie da laboratorio contro i danni neuronali: funziona e bene contro l'encefalopatia diabetica e l'infiammazione cronica o da agenti chimici.

Ha dichiarato Paola Tirassa, co-autrice della ricerca: "Abbiamo osservato che il collirio Nfg agisce direttamente su una particolare area del cervello: la zona subventricolare dei ventricoli laterali, considerata la più ricca sorgente di precursori neuronali nei mammiferi". 

Ma la scoperta è una riscoperta. Svela la stessa ricercatrice: "Il fattore endogeno responsabile della crescita e della riparazione delle cellule nervose è stato individuato per la prima volta dal premio Nobel Rita Levi Montalcini ed è largamente conosciuto per la sue proprietà neuroprotettive e rigenerative".

Ora è in un farmaco che agisce a livello delle aree cerebrali sviluppando nuovi neuroni sostitutivi di quelli danneggiati. 

Si tratta di una svolta anche a livello del "dolore": questa terapia infatti  non è invasiva e appare ad oggi priva di effetti collaterali. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]