La 'zarina' Raggi incassa l'addio di Lombardi e dà buca a Casaleggio Jr

15 luglio 2016 ore 13:42, Americo Mascarucci
A sentire le dichiarazioni ufficiali non ci sarebbe nessuno scontro in atto: ma come crederlo?
Roberta Lombardi ha lasciato lo staff del Movimento 5 Stelle a Roma. La deputata, in rotta con Virginia Raggi, ha abbandonato quello che è stato definito il mini direttorio capitolino, col compito di "supportare" il lavoro della prima donna sindaco della Capitale.. 
Che fra le due non corresse buon sangue è cosa nota già prima delle elezioni (la Lombardi ha cercato di ostacolare l'ascesa della Raggi in favore dell'ex capogruppo in Campidoglio De Vito), ma adesso pare che la neo sindaca sia più che mai decisa a ritagliarsi una totale indipendenza dal direttorio pentastellato, rapportandosi solo ed esclusivamente con il leader maximo Beppe Grillo.
Come detto i toni sono pacati e si cerca di gettare acqua sul fuoco delle polemiche. 
La dimissionaria Lombardi precisa infatti: "Mi spiace deludere coloro i quali in questo momento stanno parlando di liti, gelo o siluramenti rispetto al lavoro che tutti stiamo facendo su Roma. Non è così. Queste sono polemiche che interessano solo ai giornalisti".
Poi aggiunge: "In questi giorni il lavoro per Italia 5 Stelle entra sempre più nel vivo. Stiamo preparando tutto affinché la terza edizione in programma a Palermo il 24 e 25 settembre vada al meglio. Per questo il mio supporto nello staff romano sarà differente: continuerò a dare una mano a Virginia ma dall’esterno sui temi che ho sempre seguito"aggiunge la parlamentare, che sottolinea: "credo che insieme abbiamo fatto tante cose molto importanti, per questo oggi Roma è a 5 stelle".

Tuttavia che la tensione sia alla stelle è palpabile al di là delle dichiarazioni ufficiali.
La Raggi ha rifiutato un incontro con Casaleggio junior. "Devo occuparmi dei problemi della città" si è giustificata.

Ad acuire la situazione l’intervento di Beppe Grillo arrivato in Campidoglio per incontrare il sindaco. A Grillo, riferiscono le fonti, la Raggi avrebbe espresso forti malumori per l’invadenza del direttorio sulla scelta dei suoi collaboratori e per le continue critiche che sarebbero giunte da parte della Lombardi. E da Grillo sarebbe arrivato un sostanziale appoggio incondizionato a Virginia e una "sfiducia" nei confronti della parlamentare romana. Che vista l’aria ha deciso di ritirarsi. 
La 'zarina' Raggi incassa l'addio di Lombardi e dà buca a Casaleggio Jr
Cosa accadrà ora? Appare evidente come il Campidoglio sia saldamente in mano all’asse Grillo-Raggi e come dalle vittoriose elezioni capitoline qualcuno/a in casa 5 stelle sia uscito/a sconfitto/a. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]