Alfano: "Ieri un'esercitazione". E ora: "Pronte unità operative antiterrorismo sul nostro territorio"

15 luglio 2016 ore 15:35, intelligo
NUCLEI SPECIALIZZATI: "Saranno attivate sul nostro territorio delle unità operative di pronto intervento contro "una minaccia diffusa, indiscriminata, indistinta, e quindi tanto più la nostra presenza è capillare sul territorio, anche in termini di elevata specializzazione, tanto più si è in grado di allontanare la minaccia". 
Si tratta di nuclei specializzati in eventi terroristici e prevenzione degli stessi". Così il ministro dell'Interno Angelino Alfano durante la conferenza stampa al Viminale dopo la riunione del Comitato di analisi strategica antiterrorismo a seguito dei fatti di Nizza. Per quanto riguarda la modalità dell'attentato, Alfano ha spiegato che già in passato era stato "attivato il meccanismo della Car-jihad, cioè questi criminali sforzi di avvicinarsi a Dio anche attraverso l'uso di automezzi". Sotto controllo aeroporti e web, "abbiamo anche inviato una nota a tutti i prefetti e questori per sollecitare ulteriori valutazioni di rischio sul territorio e per rafforzare gli obiettivi sensibili. Ci affidiamo alla loro sensibilità". 

COME FUNZIONALe cellule operative "sono costituite da 12-24 carabinieri che sono distribuite nelle maggiori città italiane dove si prevede più affluenza di pellegrini. Si tratta di personale addestrato dalle forze speciali per settimane, hanno mezzi semiblindati o blindati, ed equipaggiamento per intervenire rispetto a un'emergenza in pochi minuti dappertutto", ha spiegato Tullio
Alfano: 'Ieri un'esercitazione'. E ora: 'Pronte unità operative antiterrorismo sul nostro territorio'
Del Sette, comandante dell'Arma dei carabinieri. "Questa è stata una felice intuizione del prefetto Pansa - ha aggiunto Franco Gabrielli, capo della Polizia- quella di formare unità intermedie tra l'ordinario controllo quotidiano e l'intervento dei reparti speciali. In particolare sono sotto controllo 20 città, quelle che sono state ritenute obiettivo sensibile. Questo risponde a un ulteriore potenziamento della sicurezza".

IERI UN'ESERCITAZIONE: Alfano ha poi detto che ieri prima dell'attentato è stata fatta un'esercitazione antiterrorismo, "proprio perché riteniamo il nostro sistema in tensione funziona" sia nel meccanismo della prevenzione sia "nella sciagurata ipotesi che nessuno può escludere, perché non esiste il rischio zero, di un evento che può accadere nel nostro Paese" come riporta l'Adnkronos.


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]