Denunciato il "pediatra-salvatore" che spacciava farmaci gratuiti

15 maggio 2015, Marta Moriconi
Denunciato il 'pediatra-salvatore' che spacciava farmaci gratuiti
Il problema sono le industrie farmaceutiche? Fa discutere e accende un dibattito il caso del medico pediatra di Bari che per anni ha venduto a  genitori inconsapevoli di pazienti minorenni, una serie di farmaci senza la benché minima autorizzazione. 

tutto succedeva, a quanto pare, senza autorizzazione alcuna, e a pagamento finivano campioni da omaggio gratuito. 
Ora il pediatra di Terlizzi dovrà rispondere agli inquirenti sul perché ha deciso di saltare la catena commerciale legata a queste forniture, che nella normalità riguarda la farmacia: è lei destinata a vendere i prodotti farmaceutici prescritti dal medico tra l'altro.

Quando uno studio si trasforma in una farmacia siamo di fronte a una specie di negozio abusivo dove, tra l'altro, si evita il problema della prescrizione medica essendo lo stesso medico dispensatore del medicinale necessario.

Indigna ancora di più il fatto che si possa agire in questo modo nei confronti di genitori di bambini malati a vario titolo e spesso è stato effettuato nei confronti di famiglie meno abbienti.

Il medico così, dispensando medicinali a basso costo, appariva anche come un eroe delle buone cause, pronto ad aiutare le famiglie in difficoltà economica. 

Poi i genitori hanno aperto gli occhi, è scattata una denuncia, e alla fine il pediatra di Terlizzi avrebbe portato i nuclei della Guardia di Finanza di Molfetta alla verità del suo ambulatorio. Ora dovrà rispondere di abuso della professione di farmacista, ma anche di altri capi di accusa.
Ma il peso più grande sarà la vergogna. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]