Regionali, parla Poli Bortone: "Così Berlusconi ci ha dato la carica. Ho un rammarico a destra..."

15 maggio 2015, Andrea De Angelis
Alla fine Berlusconi è andato in Puglia, nonostante la febbre avesse posticipato il suo arrivo. Adriana Poli Bortone, candidata alla Regione, racconta ad IntelligoNews come è andata la serata di ieri e non nasconde il suo rammarico per la mancanza di rappresentanza della destra sociale in Italia...

Regionali, parla Poli Bortone: 'Così Berlusconi ci ha dato la carica. Ho un rammarico a destra...'
Come è andata ieri sera? Abbiamo visto un Silvio Berlusconi in discreta forma.
 

«Per me è stata una bella cena con numerose persone che avevano deciso di incontrare Berlusconi e lui, come al solito, si è avvicinato loro con il suo modo di fare molto cordiale. Ha parlato con la gente girando per tutti i tavoli e ascoltando le diverse situazioni che gli hanno esposto».

I timori sulle condizioni di salute sono stati superati?

«Berlusconi è giunto ancora con qualche decimo di febbre che l'aveva travagliato durante la notte precedente. Si è però fatto forza ed ha mantenuto l'impegno ad essere con noi qui in Puglia».

Su qualche giornale c'è chi ha lasciato intendere che c'era così poca gente ad attendere Berlusconi da farlo optare per l'assenza...

«Non è assolutamente vero, non so chi è così orbo da non vedere le persone che c'erano. Trovo invece che una parte della stampa ha dei pregiudizi nei confronti di Berlusconi, poi naturalmente ciascuno è libero di dire ciò che vuole, ma almeno le cose che si vedono dovrebbero essere rispettate». 

In questo momento lei è in treno. La campagna elettorale prosegue con il massimo impegno... 

«Certamente, da oggi ancora di più con Berlusconi che ci ha dato una grande carica. Siamo tutti ancora più motivati».

Che idea si è fatta del progetto di un Partito Repubblicano?

«Il ragionamento va fatto anche tenendo conto della nuova legge elettorale e poi occorre capirne le diverse anime. Dovrà essere molto chiaro e intenso, vedremo esattamente di che cosa si tratta».

Una cosa per volta: ora le elezioni, poi il resto. 

«Sì, una cosa per volta anche se io già oggi mi rammarico del fatto che Alleanza Nazionale non abbia più una rappresentanza. La destra in Italia attualmente non è rappresentata». 

Non si può lasciare a Salvini...

«Salvini fa la sua politica, legata al territorio e a un forte rapporto conflittuale con l'Europa. Ma una politica di destra, che guardi soprattutto al sociale, in Italia manca. Non è rappresentata». 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]