SCHEDA Tasse, è tempo di Tasi: come, quanto e quando

15 maggio 2015, Luca Lippi
SCHEDA Tasse, è tempo di Tasi: come, quanto e quando
Prossimi alla scadenza della TASI (tassa nella quale sono coinvolti anche gli esentati dal pagamento dell’IMU perché proprietari di abitazione principale o equivalenti a norma di legge) prevista per il 16 giugno 2015 (acconto) e saldo al 16 dicembre 2105.

Importante avvertire tutti che non ci sarà la spedizione del bollettino precompilato da parte delle amministrazioni locali, nonostante sia un obbligo per legge, lo scorso anno i Comuni erano in ritardo e anche per l’anno in corso ancora non sono riusciti ad organizzarsi.

La procedura di calcolo è la medesima prevista per l’IMU, la differenza è che la TASI deve essere pagata dai proprietari e in quota parte stabilita fra il 10 e il 30% (lo stabiliscono i singoli comuni) anche dagli affittuari nel caso di immobili concessi in affitto.

Sostanzialmente non è cambiato nulla rispetto allo scorso anno, il procedimento di calcolo è quello di rivalutare del 5% la rendita catastale. Il risultato ottenuto deve essere moltiplicato per il coefficiente del proprio immobile.

I coefficienti sono: 160 per le abitazioni, 140 per laboratori e locali senza fine di lucro, 80 per uffici banche e assicurazioni, 65 per opifici e alberghi, 55 per i negozi e le botteghe.

Al risultato ottenuto deve essere applicata l’aliquota stabilita dal Comune di residenza dell’immobile. Una volta calcolato l’importo il versamento deve essere effettuato tramite bollettino postale o modello F24. I codici tributo sono 3958 abitazione principale e relative pertinenze; 3959 fabbricati rurali ad uso strumentale, 3960 aree fabbricabili; 3961 altri fabbricati.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]