Il Papa incontra i cardinali. Ancora polemiche “argentine”... e per l'Italia ci pensa Crocetta

15 marzo 2013 ore 15:00, Marta Moriconi
Il Papa incontra i cardinali. Ancora polemiche “argentine”... e per l'Italia ci pensa Crocetta
Austerità e umiltà sono i due aspetti principali di Papa Francesco. E oggi nel segno di questi due valori ha incontrato i cardinali, “fratelli” come li chiama lui. Ma intorno al cardinal Bergoglio  le polemiche non mancano. Si sa, nemo profeta in patria. 
A difenderlo infatti dall'accusa di non aver protetto due sacerdoti, che furono rapiti al tempo in cui l’Argentina era sotto la dittatura, ci ha pensato Padre Lombardi. «La campagna contro Bergoglio è ben nota e risale già a diversi anni fa, portata avanti da pubblicazioni caratterizzate da campagne a volte calunniose e diffamatorie. La matrice anticlericale di questa campagna e di altre accuse contro Bergoglio è nota ed evidente» ha detto il portavoce della Sala Stampa Vaticana. Insomma l’accusa non è concreta, nè credibile nei suoi confronti e la giustizia argentina lo aveva interrogato una volta come persona informata sui fatti. Niente di più. E tra il serio e il faceto ci si è messo pure il governatore della Regione Sicilia, Rosario Crocetta,  a dire la sua e a sgranare  un altro rosario, quello dei luoghi comuni sulla Chiesa. Non evitando di criticare il nuovo Papa in Tv. Ma è stato  bacchettato da don Luigi Petralia, parroco di Gela e suo confessore che ha scelto di scrivergli una lettera in cui lo “striglia” a dovere. Ovviamente non si tratta di una vera e propria scomunica da parte di Don Luigi. Ma piuttosto  di un invito al Presidente Crocetta «a essere in futuro più cauto quando parla del Papa o di argomenti legati alla Chiesa. Quando l'ho sentito nella trasmissione 'Le Invasioni barbariche' in cui diceva che i preti sono sessualmente repressi, sono saltato sulla sedia. Così come quando ha parlato di un "Papa donna"». Nella  lettera poi avverte: «Caro Presiente Crocetta le sue uscite fuori luogo mi sono sinceramente nuove. Mi dispiace ma sono affermazioni da showman piuttosto che da politico o da cristiano-politico». Il parroco ha poi deciso di chiudere il discorso mettendo in chiaro le cose: «Il pensiero di Crocetta non è conforme al pensiero della Chiesa cattolica». E questo si sapeva. Suggerimento sottinteso: la politica pensi alla politica.  
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]