Mancini perde i pezzi per Roma: Icardi e Palacio no, Jovetic forse. Inter, chi gioca?

15 marzo 2016 ore 11:11, Andrea De Angelis
Mancini lo sa. L'Inter domenica non può perdere. Andare ad otto punti dalla Roma ad altrettante giornate dal termine sarebbe la fine del sogno Champions League. Quello che, attenzione, era l'obiettivo minimo ad inizio di stagione. Non sarà facile uscire indenni dall'Olimpico visto che la Roma negli ultimi due mesi ha sempre vinto, dentro e fuori le mura amica. Otto infatti le vittorie consecutive dei giallorossi, mentre la squadra nerazzurra non vince in trasferta dallo scorso anno ed ha perso nelle ultime dieci partite altrettanti punti dalla Roma. 

L'Inter, numeri alla mano, ha recuperato terreno in quest'ultimo mese grazie a tre vittorie (tutte a San Siro) nelle ultime quattro partite. Davanti però corrono all'inverosimile, così la classifica parla chiaro: cinque punti dal terzo posto (come la Fiorentina) e una certezza, quella appunto di dover strappare almeno un pareggio all'Olimpico. 
C'è un problema: l'infermeria. Anzi, più in generale gli indisponibili. Partiamo proprio dallo squalificato Palacio che ha preso un cartellino giallo pesantissimo proprio nel finale della gara con il Bologna. C'è poi Icardi, costretto ad uscire per infortunio dopo appena dieci minuti di gioco. Il giocatore ha voluto tranquillizzare tutti sulle condizioni, ma la distrazione prossimale del legamento collaterale mediale del ginocchio destro gli impedirà comunque di scendere in campo domenica. Questo l’esito della risonanza magnetica eseguita ieri dall’attaccante dell’Inter, Mauro Icardi, alla clinica Humanitas di Rozzano, in provincia di Milano. Confermata la diagnosi - fa sapere la società nerazzurra - dello staff medico subito dopo l’infortunio accaduto sabato scorso.
Mancini perde i pezzi per Roma: Icardi e Palacio no, Jovetic forse. Inter, chi gioca?
Fuori Icardi, fuori Palacio e fuori probabilmente anche Jovetic
. Il montenegrino, fermo da un mesetto per i soliti guai fisici, potrebbe essere l'uomo in più per la delicata sfida, ma c'è più pessimismo che ottimismo su un suo possibile recupero. Dunque se anche lui non dovesse prendere parte alla trasferta romana, per Mancini non ci sarebbero scelte.

Davanti, infatti, restano l'ex Ljajic (arrivato in estate da Roma) ed Eder, ancora opaco dopo l'addio alla Sampdoria. Poi occhio a Bianiany e Perisic che potrebbero essere spostati più avanti del solito. Del resto soprattutto prima dell'arrivo di Eder in molti si erano posti l'interrogativo sul nome del vice Icardi e ora tocca proprio a Eder non far rimpiangere il capocannoniere nerazzurro. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]