Sintomi e diagnosi precoce di Alzheimer: test per riconoscerlo anche 20enni

15 novembre 2016 ore 10:33, intelligo
Giovani, magari 20enni, e già malati di Alzheimer. E' possibile riconoscere i sintomi della malattia degenerativa molto presto e questo significa capire quando l'umore e l'aggressività non sono solo frutto di un momento di perdita del controllo. Ma come fare a dare ufficialmente il nome ai propri disturbi cognitivi?
Prima di tutto bisogna tenere presente i tre stadi del morbo, infatti l'Alzheimer è progressivo e non va confuso con malattie alla tiroide o depressioni o tumori celebrali che spesso possono portare agli stessi sintomi:

<Alzheimer Lieve-Stadio iniziale
<Alzheimer Moderato-Stadio medio
<Alzheimer Grave-Stadio avanzato
Sintomi e diagnosi precoce di Alzheimer: test per riconoscerlo anche 20enni
La fase iniziale ha una durata media di 2-4 anni. La fase successiva, la demenza moderata, da 2 a 10 anni ed è quando le dimenticanze si fanno più significative, aumenta l’incapacità di ricordare anche i nomi dei familiari. La demenza grave dura in media 3 anni. La persona malata è totalmente dipendente e ha bisogno di assistenza. Il paziente arriva anche a perdere la capacità di parlare, di vestirsi, mangiare e lavarsi da solo. La casa diventa una sconosciuta. 
Purtroppo le placche amiloidi nel tessuto cerebrale sono rilevabili solo da autopsia, ma si può procedere per TAC cerebrali, risonanza magnetica, esami del sangue, delle urine o del liquido spinale, verificare stato vitamina B12 e ormone TSH. Nella maggior parte dei casi, purtroppo, i sintomi sono dovuti ad un inizio di malattia di Alzheimer. Da non sottovalutare che questi possono anche essere dovuti ad alterazioni croniche del flusso sanguigno o a una serie di piccole ischemie (le cui cicatrici si vedrebbero sulla risonanza magnetica)  e si potrebbe prevedere un l'inquadramento e la minimizzazione dei fattori di rischio vascolari oppure con l'uso di farmaci antiaggreganti come l'aspirina. 
Anche la memoria gioca un ruolo importante, esistono test capaci di indicare il suo peso. Avete poi problemi di concentrazione? Anche questo ha il suo peso, la relazione deve essere semplice e il conteggio dei numeri fluido. 
Perché la diagnosi precoce è importante? Perché alcuni sintomi si possono trattare e fermare e il paziente può iniziare a pianificare affetti e casa come più consono alla sua futura condizione di salute.
Ricordatevi che preso in tempo e per un certo periodo si possono migliorare degli effetti con un certo tipo di farmaci specifici almeno intervenendo sui problemi vascolari che si possono rischiare con questa malattia.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]