Ztl e sosta selvaggia, da Modena a Nardò è tempo di controlli e multe

15 novembre 2016 ore 10:06, intelligo
di Stefano Ursi

Ztl e sosta selvaggia, è tempo di controlli e multe nei centri storici di molti comuni d'Italia. A Modena, dopo il periodo di sperimentazione, entra a pieno regime da oggi Martedi 15 Novembre il sistema di telecamere nell'area Ztl; la regolamentazione sugli accessi rimane in vigore ma le telecamere permetteranno di aumentare il controllo del rispetto delle norme, degli orari e dei permessi per transitare e sostare nell'area. La novità interessante è che sarà molto più semplice evitare la sanzione per chi dovesse entrare per sbaglio evidente nella Ztl: entro tre minuti sarà infatti possibile uscire senza incorrere in alcuna sanzione. Sarà intensificato il controllo del rispetto dell'utilizzo obbligatorio delle cinture di sicurezza. Trasferiamoci poi in Puglia, a Nardò, dove un nuovo ciclo di controlli (e di sanzioni) è partito all’interno della Zona a Traffico Limitato del centro storico. Lo rende noto il Comune in una nota pubblicata sul sito ufficiale. Tra sabato e domenica, spiega il comunicato stampa, agenti della Polizia Locale hanno monitorato le vie interessate dall’ordinanza istitutiva della Ztl e dei relativi divieti di circolazione e sosta e hanno elevato decine di multe, in particolare in piazza Salandra, Corso Garibaldi e piazza Pio XI.

Ztl e sosta selvaggia, da Modena a Nardò è tempo di controlli e multe
Tra le varie prescrizioni, si legge nella nota, non è consentito l’accesso veicolare e la sosta nell’area Ztl nel tempo compreso tra le ore 20 del giorno prefestivo e le ore 6 del giorno successivo a quello festivo. Compatibilmente con la ridotta disponibilità di unità della Polizia Locale, i controlli continueranno nelle prossime settimane. “Le cattive abitudini - commenta l’assessore alla Mobilità di Nardò, Graziano De Tuglie - evidentemente sono dure a morire. Prendo atto che il senso civico di molti nostri concittadini è davvero molto scarso, anche perché qualcuna di queste infrazioni ha riguardato persino i parcheggi negli stalli riservati ai disabili. Senza preavvisi di sorta e senza tolleranza alcuna, continueremo a controllare e a multare chi viola i divieti. Tutti imparino a leggere e a osservare le prescrizioni della segnaletica, che esiste da anni”. Chiudiamo con le Marche, riportando il racconto che fa il Corriere Adriatico della raffica di multe comminate nella mattinata di ieri in Piazza Roma, ad Ancona, per un ammontare di ben 650 euro in una sola mattina, per violazioni legate a transito e sosta.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]