Pneumatici da neve (o catene a bordo) obbligatori da oggi: gli errori da non fare

15 novembre 2016 ore 15:54, Andrea De Angelis
Pneumatici da neve obbligatori. Non facoltativi, ma siete costretti ad averli. Se così non fosse, multe salate in vista per gli automobilisti che non hanno voglia di sostenere una spesa di un certo tipo, ma sicuramente importante. Come si dice sempre (ma è bene ripeterlo): la sicurezza non ha prezzo. 

Anche quest'anno, come sempre, torna dunque l'obbligo di circolare sulle strade provinciali d’Italia con pneumatici da neve o in alternativa con le catene a bordo pronte per essere montante all'occorrenza. Si inizia dunque da oggi, lunedì 15 novembre, e si proseguirà così per cinque mesi, fino al 15 aprile 2017.
Tutto ciò, come ben sanno gli addetti ai lavori, è stato sancito dalla legge 120 del 29 luglio 2010 che recita: “Il segnale di Catene da Neve Obbligatorie deve essere usato per indicare l'obbligo di circolare, a partire dal punto di impianto del segnale, con catene da neve o con pneumatici da neve. Il segnale può essere inserito in alternativa entro quello di Transitabilità mantenendo il proprio valore prescrittivo". Si rende dunque necessario, prosegue il testo della legge, che "i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio". 

Pneumatici da neve (o catene a bordo) obbligatori da oggi: gli errori da non fare
Come si chiede Il Fatto Quotidiano, sono la stessa cosa pneumatici invernali, da neve e termici o esistono differenze? In realtà si tratta di modi differenti per indicare pneumatici di tipo invernale che, per legge, non necessitano del montaggio di dispositivi di aderenza aggiuntivi. Sono distinguibili dalla marcatura M+S presente sul fianco del pneumatico (è un’autodichiarazione del costruttore)  e dall’eventuale ulteriore pittogramma Alpino (una montagna a 3 picchi con un fiocco di neve al suo interno) che attesta il superamento di uno specifico test di omologazione su neve.
Per scoprire poi i tratti di strada interessati dalla suddetta legge è utile il sito di Pirelli, come indicato in un nostro precedente articolo.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]