I segreti della birra: è salva-colesterolo buono. Le regole

15 novembre 2016 ore 23:59, Orietta Giorgio
Una birra al giorno leva il medico di torno. O almeno così asserisce un nuovo studio americano condotto in Cina e presentato alle American Heart Association's Scientific Sessions 2016. La ricerca in questione dimostra che una birra piccola bevuta quotidianamente, preserva il colesterolo “buono” (Hdl) e previene problemi cardiovascolari.Vediamo come analizzando le proprietà della preziosa bevanda.

I segreti della birra: è salva-colesterolo buono. Le regole

I benefici e le proprietà della birra sono innumerevoli:
 
- Prima di tutto si tratta di un prodotto naturale privo di grassi, ricco di vitamine e sali minerali (abbondanti sono quelle del gruppo B. Le vitamine del gruppo B (soprattutto B1, B6 e B9 (acido folico), contribuiscono a mantenere bassi i livelli di omocisteina nel sangue riducendo il rischio di malattie cardiovascolari

- Contiene poche calorie con 40-60 kcal per 100 g (circa 10 cl).
 
- Grazie ai flavonoidi contenuti nel luppolo è anche un potente antiossidante e sarebbe in grado di limitare l’incidenza di alcuni tipi di tumore, come il cancro al colon.

- L'etanolo ha un effetto positivo sul metabolismo del colesterolo e aumenta il colesterolo "buono" (HDL), degradando il colesterolo "cattivo" (LDL)

La birra quindi, sempre se consumata in quantità moderata, mantiene attivo l’apparato cardiocircolatorio, favorisce l’aumento del colesterolo “buono”e riduce il diabete

- Inoltre è anche una grande alleata per le donne in menopausa, perché produce un innalzamento dei livelli degli estrogeni. 

La regola d’oro per godere appieno dei benefici della bevanda bionda è comunque una: non eccedere. Le quantità giornaliere consigliate sono infatti una birra da 33 cl per le donne e massimo due per gli uomini.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]