Imprese impossibili, tetraplegico riesce a ballare con la moglie: l'ultimo video virale

15 ottobre 2015, intelligo
Imprese impossibili, tetraplegico riesce a ballare con la moglie: l'ultimo video virale
E’ una storia che ha commosso il mondo e sulla Rete è già virale. E’ la storia di un giovane di 26 anni che fa i conti con la tetraplegia; una storia di dolore ma anche di coraggio e speranza. Perché il giovane è riuscito a realizzare il suo sogno: ballare insieme alla moglie. La storia arriva dagli Stati Uniti e il video che la racconta è già virale sulla Rete. 

Nel 2009 Joel Jackson è rimasto ferito gravemente in un incidente stradale nel quale ha rischiato di perdere la vita. Viaggiava a bordo di un’auto con altri amici ma alla guida c’era un autista che guidava sotto l’effetto dell’alcool. L’uomo ha perso il controllo della vettura che è finita contro un palo della linea telefonica.

In seguito a quel terribile schianto Joel Jackson ha riportato una grave lesione alla spina dorsale, nell’area del cranio. I medici non avevano dato grandi speranze di vita al giovane che però ce l’ha fatta e dopo una fase in coma è tornato a casa dove ha seguito un lungo periodo di riabilitazione.

Sono passati quattro anni da quel giorno e Joel è diventato marito di Lauren che aveva conosciuto da adolescente in occasione di una ricorrenza religiosa in chiesa. 

Oggi, a distanza di due anni dalla loro unione, i due sposi hanno potuto coronare un altro sogno: ballare sulle note della loro canzone del cuore: “I’ll Be” di Edwin McCain. Lo hanno fatto durante la fase di riabilitazione cui si sottopone ancora Joel, a Jacksonville, in Florida. Ballare insieme è stato reso possibile da un sistema di supporto che regola il peso corporeo e che ha consentito al ventiseienne di stare in piedi e muoversi a passo di danza.

Storie come questa colpiscono profondamente e il caso di Joel non è il solo. Intelligonews ha raccontato un’altra bella storia. La storia di Christopher malato terminale di cancro che si è sposato con Therry il giorno prima di morire. Aveva solo 25 anni Christopher ma prima di andarsene desiderava unirsi in matrimonio con la fidanzata ventitreenne. Il loro matrimonio è stato celebrato nel gennaio scorso al Metropolitan Jewish Health System di Brooklyn. E per rendere reale il sogno del giovane, tutto era stato organizzato a tempo di record. Una storia che ha scosso l’America e di cui la Rete ha ampiamente discusso. Storie così fanno riflettere sul senso della vita in un mondo “impazzito”. 

Clicca il video:

http://bcove.me/il9lnms9

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]