Operaio ucciso e camionista rilasciato, nessun picchetto per i pm

15 settembre 2016 ore 13:54, intelligo
di Luciana Palmacci

"Quando è avvenuto l'incidente non era in atto alcuna manifestazione all'ingresso della Gls". A fornire la ricostruzione dei fatti è il capo della procura di Piacenza sul caso dell’operaio egiziano 53enne travolto e ucciso da un camion all'esterno di un'azienda di logistica a Piacenza. Dura l'accusa lanciata invece dall'Usb, secondo cui il camionista che ha travolto l'operaio sarebbe stato incitato da un addetto dell'azienda a forzare il picchetto in atto fuori l’azienda. Per i pm però nessuna manifestazione però in corso al momento dell’omicidio, il camionista infatti, un 43enne, sarebbe stato arrestato per omicidio stradale, ma poi rilasciato. Sul posto avrebbe rischiato addirittura il linciaggio. 

Operaio ucciso e camionista rilasciato, nessun picchetto per i pm

"Grazie alla presenza di una pattuglia della polizia in quel momento sul posto”, spiega il pmabbiamo potuto effettuare subito una ricostruzione attendibile dell'incidente. Quando il Tir è uscito dalla ditta, dopo le regolari operazioni di carico, ha effettuato una manovra di svolta a destra. Inoltre escludiamo categoricamente che qualche preposto della Gls abbia incitato l'autista a partire". Allo stato attuale delle indagini si ritiene dunque che l'autista non si sia accorto di aver investito l'uomo che è stato visto correre da solo incontro al camion che stava facendo manovra. Per questo è stato deciso di rilasciare l'autista che, tra l'altro, è anche risultato negativo ai test di accertamento per le sostanze stupefacenti e l'alcol. 
La dinamica della protesta degenerata in tragedia è ora al vaglio delle forze dell'ordine, che stanno visionando i filmati delle telecamere di sorveglianza e quelli girati dai facchini con i loro cellulari. Per i sindacati è inaccettabile: “Non si può morire per difendere i propri diritti. Questo assassinio è la tragica conferma della insostenibile condizione che i lavoratori della logistica stanno vivendo da troppo tempo”. Per i sindacalisti Usb il picchetto sarebbe stato organizzato per discutere del mancato rispetto degli accordi sottoscritti sulle assunzioni dei precari a tempo determinato.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]