Rissa in mare tra immigrati, Buonanno: “Andrebbero rimessi in barca. E intanto Schulz ci compra bici elettriche”

16 aprile 2015, Andrea Barcariol
Rissa in mare tra immigrati, Buonanno: “Andrebbero rimessi in barca. E intanto Schulz ci compra bici elettriche”
“Bisognerebbe riservare a questa gente lo stesso trattamento”. Non ha dubbi Gianluca Buonanno, europarlamentare della Lega Nord, raggiunto da IntelligoNews, in riferimento alla notizia del fermo da parte della polizia di Palermo di 15 profughi musulmani che avrebbero gettato in mare 12 cristiani durante l’attraversata per raggiungere l’Italia. Una rissa generata da motivi religiosi.

Come commenta questa notizia?

«Questa gente, che non ha problemi a buttare uno in mare solo perché è cristiano, bisognerebbe rimetterla su una barca, senza spendere soldi e tempo».

Troppo tardiva la richiesta di aiuto all’Ue da parte di Gentiloni?

«Da europarlamentare posso affermare che l’Italia in Europa non conta niente. Al posto di Gentiloni metterei il Gabibbo, avrebbe più forza e capacità».

Secondo lei è un problema di capacità di Gentiloni o di peso politico dell’Italia?

«L’Italia ha un peso politico molto scarso, ma tra Renzi, Mogherini e Gentiloni non fanno il Gabibbo ripeto».


Come giudica lo stanziamento di 3 milioni di euro al mese dell’Ue per fronteggiare l’emergenza profughi?


«L’Ue è riuscita a spendere in pochi anni, dal 2007 a oggi, circa 10 miliardi di euro per cercare di integrare i rom in Europa. Questo già fa capire cosa gli interessa. Proprio ieri Schulz ha comprato biciclette elettriche da dare ai parlamentari e ai funzionari per girare per Bruxelles, bici che costano 1.300-1.400 euro l’una. Questi sono i loro pensieri, è un’Europa veramente da rottamare peccato che il rottamatore è stato rottamato».

Siete pronti a occupare gli alberghi destinati ai profughi?

«In questo caso parlo da sindaco, nella mia città non c’è un clandestino e mai lo vorrò a costo di prenderlo e riportarlo da dove è venuto. Prima dobbiamo pensare alla nostra gente, se i clandestini sono quelli che buttano al mare le persone perché sono cristiane siamo messi bene. Poi ci sono quelli che dicono “vogliamo un albergo in centro perché fuori è scomodo”. Non ho veramente più parole. Io non farei più partire nessuno, affonderei e distruggerei tutti questi barconi prima che partano, ovviamente senza persone dentro».


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]