Puglia, 22 arresti al clan Giannelli: stroncato storico sodalizio della Sacra Corona Unita

16 dicembre 2015 ore 10:01, Americo Mascarucci
Puglia, 22 arresti al clan Giannelli: stroncato storico sodalizio della Sacra Corona Unita
 Ancora un duro colpo delle forze dell'ordine contro la criminalità organizzata, stavolta in Puglia ai danni di un clan malavitoso considerato responsabile delle attività del narcotraffico e del racket a danno di imprenditori.
Carabinieri del Ros di Lecce stanno eseguendo nel territorio di Parabita e dintorni un'ordinanza di custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari emessa dal Gip (Giudice delle Indagini preliminari) di Lecce Alcide Maritati su richiesta del procuratore aggiunto antimafia Antonio De Donno,nei confronti di 22 persone: farebbero parte di un gruppo mafioso dedito al traffico di armi e droga.
Tra gli arrestati, ci sarebbe anche un amministratore pubblico del Comune di Parabita. 
Le accuse vanno dall' associazione mafiosa, al concorso esterno in associazione mafiosa, dall'associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, all'estorsione, detenzione illegale di armi, corruzione e altri delitti aggravati dalle finalità mafiose. 
Un comunicato rende noto che al centro delle indagini del Ros ci sarebbe il clan "Giannelli", storico sodalizio mafioso della Sacra Corona Unita salentina facente capo al boss ergastolano Luigi Giannelli. 

Sarebbe stato documentato il processo di riorganizzazione interna del clan e la reggenza assunta dal figlio del boss, Marco Antonio Giannelli. In particolare, le indagini avrebbero accertato il dinamismo del sodalizio nel narcotraffico e nelle attività estorsive in danno di imprenditori locali, nonché la capacita' di instaurare rapporti collusivi con pubblici amministratori e di condizionarne l'attività in cambio del sostegno elettorale. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]