Un compleanno "storico" per Alberto Sordi: la sua villa diventa museo

16 giugno 2015, Micaela Del Monte
Un compleanno 'storico' per Alberto Sordi: la sua villa diventa museo
Oggi Alberto Sordi avrebbe compiuto 95 anni e non si poteva scegliere giorno migliore per dare la bella notizia.

L'incontro tra il ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, e Carlo Verdone ha portato al grande annuncio: la casa di Alberto Sordi diventerà un museo.

Una data ancora non c'è, ma molto presto l'appartamento di via Druso, a due passi dalle Terme di Caracalla, aprirà le porte ai tanti ammiratori di Sordi. Un regalo non solo per Alberto e in sui onore, ma anche per tutti i suoi fan e per chi ancora oggi ama ricordarlo e celebrarlo.

Il progetto è quello di fare della villa, in cui visse dal 1958 fino al giorno della sua morte (24 febbraio 2003) un museo, ma non un semplice luogo di memoria storica, ma piuttosto un luogo vivo. Di questo si sta occupando la Fondazione Museo Alberto Sordi, istituita da Aurelia, la sorella di Albertone, nel 2011 e di cui è presidente Italo Ormanni

Ma la casa è da restaurare. "I tempi saranno ragionevolmente lunghi - ha precisato Ormanni - perché prima dobbiamo rendere abitabile la casa, per molto tempo trascurata, altrimenti non si può pensare di allestire un museo".

Il tutto per trasmettere la sensazione che Sordi non è il passato, ma che il suo ricordo è ancora vivo e vegeto. 

Tra le stanze una fantastica barberia, lo studio con tantissimi premi, foto ricordo come quelle con la sorella Aurelia scomparsa nell'ottobre scorso, quelle con i papi e poi il salone ricco di argenti e porcellane e le poltrone in velluto beige. E poi il teatro, un luogo dove Sordi vedeva i film con un vero e proprio palcoscenico. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]