Una "Scelta Civica": serve un nuovo ministro alle Pari Opportunità

16 luglio 2013 ore 12:48, intelligo
Una 'Scelta Civica': serve un nuovo ministro alle Pari Opportunità
di Andrea De Angelis L’assenza di un ministro alle Pari Opportunità costituisce in sé un passo indietro? Quasi un mese è passato dalle dimissioni del ministro Josefa Idem, titolare del dicastero delle Pari Opportunità, e dalla delega che il premier Letta affidò a Maria Cecilia Guerra, già viceministro del Lavoro e delle Politiche Sociali. La questione viene ripresentata oggi da Maria Ida Germontani, responsabile del settore per Scelta Civica. La Germontani punta il dito contro il frazionamento delle deleghe, secondo lei non funzionale ad un mondo così variegato quale è quello delle Pari Opportunità. La responsabile di Scelta Civica spiega che, alla vigilia dell’anno europeo della Conciliazione, “l’Italia deve intervenire per evitare un’ulteriore arretratezza socio-culturale”, invitando il premier Letta “a nominare al più presto un nuovo ministro che si assuma la responsabilità politica di tutta la complessa materia”. Considerazioni, conclude Germontani, “che sono sicura il premier condivide, e che ci attendiamo siano affrontate immediatamente con una politica responsabile e coerente, e pertanto innovativa della società italiana”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]