Frase choc dell'assessore di Imola: "Cani in esubero si abbattono"

16 luglio 2015, Orietta Giorgio
L’incubo delle perreras spagnole anche in Italia? I famigerati canili, dove gli animali “ospitati” vengono uccisi dopo un breve periodo di tempo, potrebbero essere una realtà anche nel nostro civile Paese?
Frase choc dell'assessore di Imola: 'Cani in esubero si abbattono'

Durante l’ultima seduta del Consiglio comunale nel quale si stava discutendo la proposta del Movimento 5 Stelle di dare un contributo economico a chi adotta un cane, l'assessore al Bilancio di Imola, Antonio De Marco, dichiara freddamente: "I cani abbandonati nelle strutture municipali che nessuno reclama, dopo un periodo di tempo si devono sopprimere". L'assessore, comunque, ha spiegato che si tratta semplicemente di priorità.

Daniele Manca, sindaco di Imola, ha replicato per sedare gli animi: "Quella dell'assessore è stata una battuta chiaramente scherzosa e infelice. (dice all'Adnkronos) Non è in corso nessun abbattimento di cani, perché i cani si abbattono solo se costituiscono un pericolo per la comunità e se ci sono le condizioni sanitarie previste dalla legge". 

Ma non è bastato, le polemiche non si sono fatte attendere e neanche l’indignazione di numerose associazioni animaliste

L'on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente, ha commentato: "Agli amici di Imola purtroppo è toccato un assessore che non solo dimostra arroganza senza limiti, ma anche offende il sentimento di milioni di italiani che amano gli animali e vogliono vedere rispettati i loro diritti. Un tale esempio di totale ignoranza delle normative vigenti e di stupidità politica preoccupa e indigna. Se queste sono le persone che hanno in mano il governo delle nostre città, stiamo freschi".

Anche l’ex ministro di Forza Italia Stefania Prestigiacomo ha spiegato il proprio stato d’animo in merito: “Sono parole che mi fanno rabbrividire e ricevono la mia più ferma condanna. Non gli basterà scusarsi di tanta crudeltà, dovrà invece fare un passo indietro e rassegnare le dimissioni. Per il bene di Imola e dei suoi cittadini”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]