Turchia: golpe fallito, militari presi. Il "sultano" Erdogan va al "pugno di ferro"

16 luglio 2016 ore 10:02, Lucia Bigozzi
Novanta morti, oltre mille arresti. Dentro questi numeri c'è la Turchia che ha vissuto per una notte il colpo di stato messo in atto da centinaia di militari che ieri poco dopo le 22 hanno occupato i centi del potere tra Ankara e Istanbul.

Turchia: golpe fallito, militari presi. Il 'sultano' Erdogan va al 'pugno di ferro'
La svolta stamani poco dopo le 9 quando duecento soldati riuniti nel quartiere generale dell’esercito turco si sono arresi.
Diversi quotidiani turchi online hanno documentato con fotografie e video gruppi di militari che si sono tolti la divisa, scendendo per strada seminudi, con indosso solo la biancheria intima e con le braccia alzate in segno di resa. Il golpe militare è stato sventato a notte fonda dopochè si sono rincorse notizie sulla sorte di Erdogan che attraverso un telefono cellulare ha parlato al Paese invitando il popolo turco a resistere e a scendere per strada. Le notizie convulse della nottata segnalavano il presidente in fuga a bordo di un aereo diretto in Germania, ma quello che è certo è che il velivolo sul quale viaggiava è atterrato a Istanbul da dove lo stesso Erdogan ha dato l'annuncio che il golpe era stato sventato. “ Hanno organizzato un attentato all'unità, alla solidarietà e alla sovranità nazionale. Si tratta di un tentativo di rovesciare lo Stato e la volontà popolare”. E ancora: “Coloro che hanno pianificato”  il rovesciamento dello status quo “pagheranno duramente”. Proprio a Istanbul Erodgan si è concesso un è concesso un bagno di folla nella zona dell'aeroporto. Migliaia i sostenitori scesi in strada per acclamarlo. A tutti ha risposto con il gesto della rabia, mutuato dai Fratelli musulmani. Il presidente turco ha poi ringraziato il suo popolo per averlo sostenuto riversandosi nelle piazze. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]