"Parentopoli" grillina: l'ex di Grillo a Rimini? E il 5Stelle Tamburini: "Non la conosciamo"

16 novembre 2015 ore 12:11, Americo Mascarucci
L’ex moglie di Beppe Grillo candidata sindaco di Rimini del Movimento 5Stelle? Si chiama Sonia Toni e nonostante con il leader pentastellato sia separata da anni i rapporti sarebbero rimasti ottimi, al punto da essere oggi una militante  attiva del Movimento. 
'Parentopoli' grillina: l'ex di Grillo a Rimini? E il 5Stelle Tamburini: 'Non la conosciamo'
Lei stessa si è detta disponibile a correre, anche se ha specificato di ambire soltanto ad un posto in lista. 
«Forse sarò uno dei nomi in lista, ma non come candidata a sindaco». 

Eppure nonostante la precisazione, la notizia della candidatura dell’ex di Grillo alle elezioni comunali riminesi, sta facendo storcere la bocca a parecchi all'interno del Movimento, soprattutto perché da più parti si teme l’accusa di una “parentopoli” grillina. 

A farsi portavoce del malcontento dei 5stelle romagnoli è Gianluca Tamburini, capogruppo al Consiglio comunale di  Rimini:
«Mai vista alle riunioni, noi non la conosciamo», ha dichiarato in un’intervista al Resto del Carlino. 
Naturalmente il messaggio è chiaro; non basta essere l’ex di Grillo per avere un posto in lista.
Questo il senso dell’intervento del capogruppo Tamburini che sembra temere poi di ritrovarsi Sonia Toni addirittura come candidato sindaco. 

Quest'ultima però ha risposto a stretto giro: 
"Forse il mio nome viene fuori perché, a distanza di pochi mesi dalle prossime elezioni, siete ancora a cazzeggiare sulle rotonde, i parcheggi, la fondazione Fellini e amenità varie – ha replicato Sonia Toni - invece di presentare un programma decente e una lista di candidati credibili che abbiano gli attributi per concretizzarlo. Se i presupposti sono questi - conclude - Gnassi (il sindaco uscente del Pd ndr) governerà per i prossimi dieci anni".

Insomma il Movimento rischia di spaccarsi sulla candidatura dell’ex signora Grillo, facendo aumentare i contrasti all’interno dei 5Stelle dove, nonostante il gradimento dei sondaggi che sembra crescere rilevazione dopo rilevazione, non mancano i dissidi. 

Come quello ad esempio sulla presunta leadership del Movimento al momento placati dopo che una dichiarazione dell’ex comico, interpretata come un' investitura ufficiale di Luigi Di Maio vice presidente della Camera dei Deputati, aveva fatto scoppiare la rivolta fra i dirigenti, obbligando poi Grillo alla festa nazionale di Imola a correggere il tiro spiegando che il Movimento non aveva leader. 

Tuttavia è noto come non tutti approvino l’intromissione del duo Grillo-Casaleggio nelle decisione dei 5Stelle e la notizia che l’ex moglie del comico possa trovare posto in lista è stata colta subito al volo da quanti accusano Grillo di “predicare bene e razzolare male” favorendo l'ascesa dei "fedelissimi" a scapito di altri.

Anche la signora Toni, seppur separata da anni, rischia di restare vittima delle faide interne all’emisfero pentastellato?
   

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]