Assicurazione Rca auto, via il tagliando e 100 milioni di costi in meno

16 ottobre 2015, Americo Mascarucci

Assicurazione Rca auto, via il tagliando e 100 milioni di costi in meno
Dopo il bollo auto sparisce anche il contrassegno di assicurazione della Rca auto che sarà sostituito dal contrassegno elettronico.

Da lunedì 19 ottobre infatti non sarà più obbligatoria l’esposizione sul parabrezza del tagliando che accertava l'avvenuto rinnovo della polizza assicurativa auto. 

Il controllo dell’avvenuto pagamento avverrà d'ora in avanti tramite interrogazione della banca dati elettronica Sita, creata dalla Motorizzazione civile su dati dell’Ania (l’Associazione delle compagnie di assicurazione) anche se è comunque sempre preferibile conservare una copia cartacea del certificato, nel caso in cui, per eventuali errori da parte del cervellone elettronico, il pagamento non dovesse risultare.  

Il certificato servirà anche in caso di sinistro stradale per fornire gli estremi della propria polizza Rc auto alla controparte o alle autorità eventualmente intervenute, nonché a compilare il modulo blu. Quindi sempre preferibile averlo in macchina a portata di mano. Per chi dovrà rinnovare l’assicurazione in questi giorni non cambierà nulla: riceverà ugualmente il contrassegno in formato cartaceo fino a febbraio 2016, anche se potrà fare a meno di esporlo in auto. 

E' di circa 100 milioni di euro il risparmio stimato per le compagnie assicurative con l’introduzione del contrassegno elettronico almeno secondo una stima realizzata dal sito italiano Facile.it. Dal taglio potrebbe derivare un’ulteriore discesa dei premi pagati dagli automobilisti.

A settembre 2015 il costo medio di una polizza auto è stato pari a 511,44 euro: considerando che ogni compagnia non dovrà più stampare e spedire i tagliandi alle sedi periferiche, i costi risparmiati potrebbero essere reinvestiti per rimodulare le tariffe a vantaggio degli assicurati anche con l'obiettivo di catturare nuovi clienti proponendo offerte più vantaggiose.

La regione che nell'ultimo anno ha visto diminuire maggiormente i premi Rc auto è la Campania (-39,27%), con un premio medio di 801,72 euro. Segue, per il calo dei prezzi, la Puglia (-33,15%) con un premio medio di 629 euro (il terzo più caro del Paese). Se invece guardiamo all’importo delle polizze, la seconda regione con i prezzi più cari per assicurare l’auto è la Calabria dove, nonostante un calo annuale del 27,75%, si è registrata una media di 646,04 euro.

Le regioni in cui assicurare i veicoli costa di meno sono la Valle d’Aosta - dove a fronte di un calo annuale del 20,62% si paga un premio medio di 333,67 euro - il Friuli Venezia Giulia (-23,04% e premio di 352,76 euro) e il Trentino Alto Adige (-21,47% e premio da 362,96 euro). 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]