Tutte le grane di Silvio rientrato a Roma

16 settembre 2014 ore 13:39, intelligo
Tutte le grane di Silvio rientrato a Roma
Silvio Berlusconi rientra a Roma e sul tavolo si ritrova un po’ di grane da risolvere. Anzitutto il nodo delle nomine alla Consulta e al Csm: nel pomeriggio ci sarà l’ennesima seduta congiunta di Camera e Senato per votare ciò che fino a ieri il Parlamento non p stato in grado di fare. Resta in piedi il ticket Violante-Bruno, mentre sarebbe in bilico la candidatura al Csm di Luigi Vitali.
Nell’agenda di Berlusconi ci sono già appuntamenti e colloqui: dovrebbe riunire lo stato maggiore azzurro per fare il punto della situazione politica in vista delle prossime scadenze parlamentari, mentre giovedì vedrà, a palazzo Grazioli i 20 coordinatori regionali di Fi (l'incontro previsto la scorsa settimana era stato rinviato per l'infiammazione agli occhi che aveva costretto il leader di Fi a una serie di controlli in ospedale) per cercare di risolvere la questione delle alleanze elettorali, a cominciare da Calabria ed Emilia-Romagna. L’obiettivo è trovare candidati di coalizione, espressione di tutto il centrodestra, puntando su nomi unitari ma la partita è aperta. Domani ci sarà l'incontro nel parlamentino azzurro coi rappresentanti delle forze dell'ordine sul blocco del tetto salariale per il comparto sicurezza. Mentre per ora non è previsto un nuovo faccia a faccia con il premier Renzi. Per il fine settimana i coordinatori regionali di Fi in Lombardia e Veneto, Maria Stella Gelmini e Marco Marin, hanno organizzato un Corso di formazione politica a Sirmione, che durerà tre giorni (da venerdì a domenica) alla presenza di tutti i big di partito, tra i quali Giovanni Toti e Raffaele Fitto. E non è escluso che Berlusconi possa collegarsi telefonicamente per un saluto.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]