Malati di smartphone: giovani a rischio depressione

16 settembre 2015, Marta Moriconi
Malati di smartphone: giovani a rischio depressione
I social network c'entrano qualcosa con la nostra autostima. Non è solo narcisismo... ma rappresentano che incide sui nostri istinti più reconditi e ci rende malati di "like". 

E cosa produce quest'attesa? Ansia e depressione perché non riescono a staccare mai la spina.

Praticamente non "ammalano" solo il sonno i social network, ma interferiscono con la nostra qualità della vita secondo uno studio condotto dall'Università di Glasgow.

Il riposo notturno grazie alle piattaforme sociali è messo a serio rischio, come il nostro stato psicologico che viene "contaminato" da disturbi neurologici  come l'ansia e l'insonnia in grado di portare alla depressione.

Gli scozzesi sono certi: un test su 467 ragazzi, di età compresa tra gli 11 e i 17 anni, ha studiato i giovani che tendono a connettersi ai social networks ore e ore, soprattutto durante le ore notturne, e ha scoperto i pericoli che non coinvolgono non solo il sonno ma tutto il resto.

I meccanismi cerebrali degli adolescenti sono a rischio di sindromi depressive con tanto di pericolo per l'autostima individuale che è inferiore a quella dei coetanei, meno avvezzi a Facebook e Twitter.

Oltre all'insonnia gioca un brutto ruolo la dipendenza psicologica da social network, proprio come succede alle droghe, che provoca effetti negativi sugli stimoli sociali, perdita di fiducia in sé stessi e quello che abbiamo detto.

E' un vero e proprio allarme che toccherà affrontare con la giusta moderazione. 

 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]