Renzi non passa la prova del Rapporto Caritas: troppi poveri, pochi fatti

16 settembre 2015, intelligo
Renzi non passa la prova del Rapporto Caritas: troppi poveri, pochi fatti
La fotografia sulla povertà scattata dalla Caritas mette il governo sul “banco degli imputati”. Il Rapporto 2015 parlano chiaro: se da un lato la povertà assoluta – secondo i dati Istat – non è aumentata stabilizzandosi al 7 per cento della popolazione, dall’altro se si raffronta il quadro attuale a quello del 2014 e 2007, emerge che il numero dei poveri in senso assoluto è salito da 1,8 milioni a 4,1 milioni. 

In pratica è più che raddoppiato. Secondo la Caritas il governo – nonostante l’introduzione di qualche “avanzamento marginale” per il sostegno al reddito, finora ha fatto più o meno come i governi precedenti confermando “la disattenzione tradizionale della politica italiana nei confronti delle fasce più deboli”. 

In altre parole, gli 80 euro in busta paga per gli statali, il bonus bebè e quello per le famiglie numerose, secondo il rapporto della Caritas hanno generato un incremento complessivo del reddito pari a 5,7 per cento ma risultano ancora assolutamente insufficienti. Insomma, l’intervento pubblico in generale viene considerato ancora inadeguato e soprattutto, parcellizzato in una miriade di interventi senza alcun coordinamento. Tuttavia, se anche il 22 per cento dei poveri ottiene alcuni benefici da almeno una delle misure attivate dal governo, solo il 5,5 per cento riesce a superare la soglia della povertà. Non solo, ma secondo il rapporto Caritas, anche le nuove misure annunciate, e tra queste l’abolizione delle tasse sulla casa, non risolveranno granchè. 

Immediata la replica del ministro Poletti che non deve aver gradito l’analisi della Caritas e osserva: “Siamo ben consapevoli dell’urgenza di intervenire nel contrasto alla povertà e siamo molto attenti all’analisi e alle proposte della Caritas. Già dalla prossima Legge di stabilita’ cercheremo di avviare interventi seri, strutturati e sostenibili che possano segnare un cambio di passo”.

LuBi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]