Non solo insulina, con dieta mediterranea cellule idrauliche ripuliscono il diabete

16 settembre 2016 ore 15:59, Lucia Bigozzi
La migliore arma per combattere il diabete è la dieta mediterranea. Lo certifica uno studio condotto da giovani ricercatori della Società italiana di diabetologia (Sid) e presentato al congresso dell’Associazione europea per lo studio del diabete, in corso a Monaco di Baviera. Dalla ricerca emerge un particolare meccanismo mediante il quale la dieta mediterranea sarebbe in grado di proteggere le persone con diabete tipo 2. Il motivo sta nel fatto che questo regime alimentare risulterebbe efficace per ridurre il rischio di cardiopatia ischemica. Non solo, la dieta mediterranea sarebbe utile anche per mantenere integro l’apparato cardiovascolare.

Non solo insulina, con dieta mediterranea cellule idrauliche ripuliscono il diabete
La ricerca è stata condotta su 215 pazienti con diabete tipo 2 di nuova diagnosi, suddivisi in due gruppi: al primo è stata consigliata una dieta di tipo mediterraneo
, al secondo gruppo una dieta a basso contenuto di grassi. Al termine dello studio, i soggetti che avevano seguito la dieta mediterranea presentavano un numero di cellule progenitrici endoteliali significativamente maggiore rispetto all'altro gruppo. La novità è rappresentata anche dal fatto che si tratta del primo studio di intervento centrato su una dieta a dimostrare un effetto positivo di quella mediterranea sulla capacità rigenerativa dell’endotelio in una popolazione di pazienti con diabete tipo 2 appena diagnosticato. Maria Ida Maiorino, Uoc di endocrinologia e malattie del metabolismo della Seconda Università degli studi di Napoli, spiega: “Il nostro studio dimostra per la prima volta che seguire un'alimentazione di tipo mediterraneo con una modica restrizione di carboidrati e ricca di acidi grassi monoinsaturi, si associa all'aumento dei livelli circolanti dei progenitori delle cellule endoteliali, le cellule staminali di origine midollare preposte alla riparazione dei vasi sanguigni, quando interessati da danno ischemico”. 

Per la studiosa la “dieta mediterranea grazie alla ricchezza in vegetali e olio extravergine di oliva si conferma come un regime alimentare dalle proprietà cardio-metaboliche favorevoli, soprattutto per le persone con diabete, soggette ad un alto rischio cardiovascolare”. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]