Assunzioni Rai, alla fine Cantone boccia (a metà) Campo dall'Orto

16 settembre 2016 ore 11:20, Americo Mascarucci
L'Autorità nazionale anticorruzione ha riscontrato "carenze" e "irregolarità" nella verifica di 21 procedure di assunzione di dirigenti esterni da parte della Rai. 
Non valide, secondo quanto rilevato dall’Anac, sarebbero le assunzioni di Raffaele Agrusti (capo delle Finanze), Gianpaolo Tagliavia (area Digital), Carlo Verdelli, (direttore editoriale informazione) Diego Antonelli (vice di Verdelli) Gabriele Romagnoli (direttore Raisport), Daria Bignardi (direttore Raitre) Ilaria Dallatana (direttore Raidue), Guido Rossi (braccio destro dell’ad), Genseric Cantournet (capo della sicurezza), Giovanni Parapini (Relazioni istituzionali), Cinzia Squadrone, Pierpaolo Cotone, Luigi Coldagelli, Rosetta Giuliano, Antonella Di Lazzaro, Francesco Canetta, Alessandro Lostia, Paolo Galletti (Risorse umane) più due consulenti, Francesco Merlo e Massimo Coppola. 
Con una delibera a firma del presidente Raffaele Cantone, l'Anac avrebbe accertato:
"Il mancato utilizzo dello strumento del job posting nello svolgimento delle procedure di assunzione oggetto di contestazione, fatta eccezione per la procedura di selezione relativa alla posizione di 'Chief of Brand and Creative'; 
la sussistenza, con riferimento alla posizione di 'CSO - Direttore Security & Safety', di un'ipotesi di conflitto di interessi tra la persona selezionata e quella che ha curato la selezione; 
la sussistenza, con riferimento alle posizioni di "Direttore Staff della Direzione Generale e 'Responsabile delle relazioni con i media presso la Direzione Comunicazione e Relazioni esterne', di alcune irregolarità, che si rimettono alla valutazione del Ministero dell'Economia e delle Finanze, in quanto ministero vigilante". 

Il parere dell'Anac fa seguito all'esposto di Usigrai del 27 aprile scorso in cui si denunciavano presunte irregolarità nella procedura di assunzione di 21 dirigenti esterni.
L'Anticorruzione ha invece "assolto" la Rai sul limite del 5% fissato per le nomine di dirigenti esterni e la previsione di assunzione solo a tempo determinato, altro rilievo contenuto nell'esposto dell'Usigrai.
L’Authority evidenzia come tali criteri non siano applicabili per le nomine fino al gennaio 2016: 
"Allo stato attuale il tetto - scrive Cantone - non risulta superato perché, dopo tale data, almeno al momento del ricorso, gli alti dirigenti giunti a viale Mazzini sono 12 su 259 in ruolo, dunque dentro la percentuale".
Dalla Rai fanno tuttavia fanno sapere che il parere dell’Anac non è vincolante e non impone nulla all’Azienda che tuttavia ne terrà conto. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]