Sanità, via il commissariamento dell'Abruzzo: i conti tornano

16 settembre 2016 ore 13:02, Americo Mascarucci
La Regione Abruzzo è fuori dal commissariamento della Sanità.
Lo ha stabilito il Consiglio dei Ministri e lo ha confermato il presidente della Regione Luciano D’Alfonso, all'uscita da Palazzo Chigi al termine della riunione.
L'Abruzzo è la prima Regione italiana, tra quelle commissariate, ad aver concluso la procedura. 
Già la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome aveva dato parere favorevole all'uscita dal commissariamento. 
"Ci riprendiamo il nostro destino – ha detto il Governatore– siamo la prima Regione uscita da un commissariamento durante nove anni. Abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi sia di riordino dei conti che di performance per qualità e quantità di servizi alla salute".

Sanità, via il commissariamento dell'Abruzzo: i conti tornano
Gli fa eco l'assessore regionale alla Salute Silvio Paolucci: 
"Tra il 2014 e il 2016 -  ha spiegato  Paolucci- l'assessorato regionale alla sanità ha collaborato con la struttura commissariale, operando principalmente su 5 ambiti di intervento: la programmazione sanitaria, la riorganizzazione delle reti del servizio sanitario regionale, la definizione dei percorsi assistenziali, l'aspetto economico-finanziario, il miglioramento dei livelli essenziali di assistenza (i Lea). Per quanto riguarda la programmazione sanitaria, negli ultimi tre anni, oltre al piano di riqualificazione del sistema sanitario regionale (che ridisegna completamente l'architettura dell'organizzazione abruzzese), la Regione ha approvato il piano di prevenzione 2014-2018, i protocolli Sten e Stam, oltre all'istituzione del registro regionale dei tumori. Accanto a questi strumenti, sono state varate misure che hanno contribuito al miglioramento della gestione, come la dematerializzazione delle prescrizioni farmaceutiche, il contenimento della spesa per il personale, l'erogazione dei farmaci off label per le malattie rare".

L’assessore conclude: "E' un risultato che ci riempie d'orgoglio frutto di un lungo lavoro, che negli ultimi due anni ha visto questa amministrazione regionale lavorare senza sosta per restituire agli abruzzesi la gestione della sanità. Ci sono stati momenti difficili, ma tutte le scelte che sono state prese, avevano l'unico obiettivo di migliorare la qualità dell'offerta sanitaria ai nostri utenti".

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]