Lady Gaga nel nuovo album col secondo nome: "E' la rivincita" dopo 'Artpop'

16 settembre 2016 ore 16:15, intelligo
di Luciana Palmacci

Lady Gaga, la popstar del travestimento per eccellenza, che ha avuto il coraggio di vestirsi con quarti di bue, scarpe alte come grattacieli, che è stata rossa, bionda, dark, aspirante divina e bad girl, a trent'anni si sente finalmente bene con sé stessa e cala la maschera. Svela a sorpresa anche nome e copertina del nuovo album, come sempre, i social. Una foto e una piccola didascalia: “Lady Gaga/Joanne. October 21”. Sceglie il suo secondo nome la cantante per il suo quinto album di studio disponibile a partire dal 21 ottobre in download e in versione fisica. Ancora segreta la tracklist. In copertina, Gaga appare in versione “ripulita”
La foto è un profilo della cantante su uno sfondo azzurro, con cappello rosa e la ritrovata chioma bionda in bella vista. Questo tutto quello di cui ha bisogno Miss Germanotta. D’altronde l’aveva detto: “Oggi mi mostro come sono, sono maturata. Prima avevo bisogno di maschere, oggi sto bene così”. Il trucco rimane ma è a piccole dosi. 

Dopo aver conquistato 6 Grammy Award, venduto 30 milioni di album e 150 milioni di singoli, Lady Gaga, dopo la delusione del precedente Artpop, col nuovo album è chiamata al riscatto. Cosa aspettarci da Joanne? Le premesse sembrano incoraggianti, a giudicare dal singolo di lancio Perfect Illusion, un accattivante brano pop-dance con sonorità anni Ottanta con una spruzzata di rock, realizzato a otto mani dalla stessa Stefani Germanotta insieme a un dream team formato da Mark Ronson, autore del tromentone Uptown Funk con Bruno Mars, Kevin Parker, brillante mente e voce dei Tame Impala e Bloodpop, che ha collaborato agli ultimi brandi di madonna e Justin Timberlake. 
Il singolo è al primo posto della classifica iTunes in 60 paesi ed è uno dei più programmati dalle principali emittenti radiofoniche del mondo, comprese quelle italiane. Il collaboratore Mark Ronson è “un meraviglioso, incredibile e talentuoso artista”, è il produttore esecutivo dell’intero progetto, in cui sono coinvolti grandi nomi come Beck, Florence Welch dei Florence And The Machine, Josh Homme, dei Queens Of The Stone Age e degli Eagles of Death Metal, Father John Misty e Hillary Lindsey. 


<
>
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]