Raggi, Becchi: "In scena uno scontro fra donne. Grillo non ha leadership ed era solo marketing politico"

16 settembre 2016 ore 13:50, Americo Mascarucci
"A Roma sta andando in scena uno scontro fra donne. Questa situazione deriva dal fatto che il Movimento 5Stelle ha perso l'unico leader capace di tenerlo in vita unito, Gianroberto Casaleggio".
Il filosofo Paolo Becchi ad Intelligonews fornisce la sua chiave di lettura sulle vicende romane, dagli attacchi della Lombardi al sindaco, alla telefonata con pianto della Raggi a Grillo sceso in campo in sua difesa.

Professor Becchi, la convince la ricostruzione della Raggi in lacrime che chiama Grillo per essere difesa dagli attacchi della Lombardi con tanto di minaccia di dimissioni?

"Mi sembra evidente che Grillo non possa permettersi questa situazione e tenti una difficile tregua. Quanto sta avvenendo in queste ore dimostra che oltre ad un conflitto politico c’è soprattutto un conflitto fra tre donne, Virginia Raggi, Roberta Lombardi e Paola Taverna. Le ultime due detestano chiaramente la Raggi che sta avendo eccessiva visibilità. E’ chiaro che nel momento in cui la Raggi dovesse realmente dimettersi si avrebbe la dimostrazione pratica che il Movimento 5Stelle non è in grado di governare né Roma, né l’Italia. Roma doveva essere la prova del nove per governare l’Italia. Ora tutti dicono che le vicende romane sono un caso isolato e che non c'entrano nulla con il Governo del Paese ma è chiaro come le vicende della Giunta Raggi stiano certificando l'incapacità dei 5S ad amministrare le grandi città. Ma lei si rende conto che a nemmeno cento giorni dalle elezioni sono cambiati già due assessori al bilancio e il posto in giunta è attualmente vacante? 

Ma secondo lei Grillo è in grado di superare questa situazione?

"Grillo non ha leadership. L'unico vero leader che il Movimento ha avuto è stato Casaleggio.  La sua parola non veniva mai messa in discussione da nessuno. Grillo seguiva a ruota Casaleggio. E' stato lui a creare in vitro personaggi come Di Maio, Di Battista e la stessa Raggi. Non doveva essere lei il candidato sindaco di Roma, è stato Casaleggio a costruire la sua candidatura in quanto donna e di bella presenza. E' stata un'operazione di marketing politico. E' chiaro che però in questo modo le altre donne si sono risentite. Di Casaleggio si può dire tutto ma non che non avesse capacità. E’ lui l’unico artefice del Movimento 5Stelle e dei milioni di voti raccolti. Grillo non è nessuno, non ha capacità. Come non le ha il figlio di Casaleggio".

Lo sa che è in uscita un libro di Marco Canestrari, ex braccio destro di Casaleggio, che annuncia rivelazioni clamorose sui 5Stelle? Si attende verità succulenti? 

"Non mi aspetto nulla di sconvolgente, anche perché quello che c'era da rivelare sul mondo 5Stelle l'ho già ampiamente rivelato io nel mio libro Cinquestelle e Associati dove, ben prima che Virginia Raggi fosse eletta sindaco, anticipavo ciò che sarebbe avvenuto in seguito. Il libro in uscita credo si soffermerà su aspetti secondari come i guadagni dei parlamentari e il loro essere casta in nome dell'anticasta. Io invece in tempi non sospetti ho anticipato lo spettacolo indecoroso che vediamo oggi mettendo in evidenza come il Movimento 5Stelle fosse peggiore degli altri partiti. Parlano di poteri forti che remerebbero contro la Raggi, ma solo loro i poteri forti, sono loro a farsi la guerra, si stanno auto distruggendo con le loro stesse mani. Grillo lo ha capito ma non riuscirà a salvare la situazione. Continueranno a prendere voti soltanto perché a Renzi al momento non c'è altra alternativa". 
Raggi, Becchi: 'In scena uno scontro fra donne. Grillo non ha leadership ed era solo marketing politico'
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]