Messina (Idv): "Def, dispiace il rinvio di Padoan. Il lavoro non deve più essere uno spot. Neanche le donne..."

17 aprile 2014 ore 14:46, Marta Moriconi
Messina (Idv): 'Def, dispiace il rinvio di Padoan. Il lavoro non deve più essere uno spot. Neanche le donne...'
Ignazio Messina, Segretario Nazionale dell’Idv, a IntelligoNews ha parlato positivamente della riforma sul voto scambio e lo ha fatto criticando il M5S: “E’ inutile bloccare tutto come fa. E’ stata introdotta una pena significativa”. Poi Messina, che ha dichiarato guerra alla riforma Fornero, sul Def e gli impegni presi da Renzi è stato chiaro: “Il lavoro non può essere uno spot ma la priorità. Dispiace che Padoan abbia rinviato al prossimo anno”. Quanto alle Europee anche nelle liste del suo partito c’è una buona presenza di donne, ma ci tiene a sottolineare che si tratta di una “rappresentanza qualificata” e a proposito delle nomine pubbliche decise dal premier esprime alcune sue perplessità. Parliamo dell’approvazione in Senato della riforma sul voto di scambio che ha scatenato la bagarre in Aula. Qual è la vostra opinione sul 416ter? «Noi riteniamo che sia stato fatto un passo avanti, prima questa norma non c’era. E’ inutile bloccare tutto come fa il Movimento 5 Stelle. E’ stata introdotta una pena significativa. L’alternativa era non approvare nulla e andare alle elezioni nuovamente con politici che potevano scambiare liberamente i voti con i mafiosi. Certo una pena maggiore l’avremmo gradita di più, ma questo è un passo avanti». Polemica sul Def: il ministro Padoan al Senato evidenzia le difficoltà dell’Italia. Già finita la favola renziana? «Riteniamo che non si possano prendere impegni senza averne accertato la fattibilità. Come Idv abbiamo dichiarato guerra alla riforma Fornero, va modificata e stiamo raccogliendo le firme per questo, perché il lavoro non può essere uno spot ma la priorità e dispiace che Padoan abbia rinviato al prossimo anno. Il problema dell’Italia non sono le riforme, perché se le fai ma lasci i cittadini senza lavoro a che servono? Oggi si è verificato un altro fatto gravissimo: il rinvio al Senato della norma che riguardava il lavoro, importante soprattutto in quanto contenente quella pessima pratica della firma delle dimissioni in bianco delle donne lavoratrici. Questa è la vera mancanza di attenzione nei loro confronti, altro che mettere qualche donna in qualche Consiglio di Amministrazione». Europee: liste e partiti. Si parla di quote rosa e di rinnovamento nel 2014. Voi che tipo di scelta avete fatto? «Noi abbiamo inserito nelle nostre liste le donne che hanno voluto candidarsi e ne abbiamo una buonissima rappresentanza qualificata, perché il problema non è mettere un certo numero di donne, ma metterle di grande qualità. A proposito delle nomine, per intenderci, avremmo preferito donne amministratori delegati e uomini presidenti». Passando agli scontri tra la Polizia e i manifestanti Tonelli del Sap, anche su IntelligoNews, ha proposto di inserire una telecamera nei caschi. Cosa ne pensa? «Tutto ciò che contribuisce ad accertare la verità ben venga. Detto questo le questioni sono due. Primo: la nostra Polizia e le forze dell’ordine, che si stanno vedendo bloccati gli stipendi dal 2008 al 2020, lavorano ormai in condizioni disagiate. Seconda questione: è chiaro che non possono essere giustificati comportamenti personali che non hanno a che fare con la difesa dell’ordine pubblico. Se ci sono responsabilità personali vanno accertate come per qualsiasi cittadino, ma il poliziotto va aiutato a svolgere meglio il proprio compito». Ma come vede le telecamere nei caschi? «Ripeto: tutto ciò che contribuisce ad accertare la verità ben venga. Se c’è una telecamera che riprende siamo di fronte alla verità, sarà inoppugnabile. Questo sgombra il campo da ogni dubbio, e verifica sia la violenza dei manifestanti che eventuali abusi della propria funzione da parte delle forze dell’ordine. La libertà di manifestare è garantita nel nostro Paese, ma alle forze di sicurezza deve essere garantito lo svolgimento del proprio lavoro».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]