Strage Parigi, i due francesi coinvolti erano arrivati in Austria da finti-rifugiati: arrestati

17 dicembre 2015 ore 10:25, Americo Mascarucci
Strage Parigi, i due francesi coinvolti erano arrivati in Austria da finti-rifugiati: arrestati
Alla fine li hanno beccati in Austria i due terroristi francesi di 20 e 21 anni di origini algerine e pakistani sospettati di essere terroristi. 
Secondo alcune  intelligence straniere i due erano fuggiti dalla Francia e si aggiravano per l’Europa con l’intenzione di organizzare attentati terroristici. Hanno raggiunto l'Austria, partendo dalla Grecia, passando per i Balcani, fingendosi rifugiati, ma il loro viaggio si è fermato in un centro di accoglienza profughi a Salisburgo. 
Non sarebbero direttamente collegati con gli attentati di Parigi del 13 novembre scorso ma gli investigatori non escludono che i due possano essere entrati in Austria mesi fa con altri componenti della cellula terroristica che ha agito nella Capitale francese. Li hanno cercati in Belgio, poi in Svizzera e alla fine sono riusciti a beccarli a Salisburgo dove si erano mischiati ai rifugiati richiedenti asilo, in attesa, sospettano gli investigatori, di ricevere ordini per agire. Il loro obiettivo sarebbe stato quello di organizzare attentati nelle prossime settimane. I due durante l’interrogatorio si sarebbero vantatati di essere militanti dell’Isis e di aver combattuto in Siria. Sarebbero stati in possesso di falsi passaporti siriani.
Nessuna novità invece per Salah Abdeslam, il 26enne di nazionalità francese considerato uno dei responsabili degli attacchi parigini. Il ministro della Giustizia belga ha spiegato che Salah probabilmente era a Molenbeek la sera del 15 novembre. La polizia non sarebbe intervenuta a causa di una legge del 1967, che vieta le perquisizioni fra le 21 e le 5 del mattino. Incredibile ma vero! In tempi di massima allerta succede anche questo. 
E intanto cresce l’allarme terrorismo in tutta Europa. In Austria la tensione è altissima anche perché non è la prima volta che nei centri di accoglienza, soprattutto quello di Salisburgo, vengono scoperti terroristi che fingono di essere profughi. Ma anche a Parigi la paura continua ad essere tanta. Mercoledì un uomo, a bordo di un'auto, ha provato a entrare nel cortile dell'Hotel national des Invalides per schiantarsi contro un'ala dell'albergo, nel centro di Parigi. Uno dei poliziotti di guardia ha aperto il fuoco sulla vettura, esplodendo una decina di colpi e costringendo il conducente a fermarsi. 
L'individuo sarebbe sconosciuto ai Servizi Segreti. È attualmente trattenuto all'interno di una sala in attesa dell'arrivo degli inquirenti. La polizia ha inoltre dichiarato che per fortuna "non ci sono feriti".

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]