Record agrodolce al derby per Ventura e i tifosi si infuriano

17 dicembre 2015 ore 15:33, Andrea De Angelis
Record agrodolce al derby per Ventura e i tifosi si infuriano
Che il Torino sia una signora squadra nessuno lo mette in dubbio. Che la vecchia signora gli sia superiore anche
, non a caso gli odiati cugini sono campioni d'Italia e vicecampioni d'Europa. Fin qui, tutto normale. Eppure io fino all'espulsione di Molinaro il derby sembrava aperto. L'esplosione di Zaza è stata indotta - dicono in molti - dalla mancata espulsione dell'ex Sassuolo, prontamente sostituito da Allegri dopo il secondo gol perché il rosso era decisamente nell'aria. 

Ma allo Juventus Stadium si annusava anche la superiorità dei bianconeri, al di là della svista arbitrale. Così nell'ottavo di finale che avrebbe potuto dare più senso all'ennesima stagione granata da metà classifica, ecco che il cuore Toro si è visto meno del previsto, soprattutto nella ripresa. Prendere quattro gol in un derby fa male, anzi malissimo. In coppa come in campionato. 
Questa mattina al centro di allenamento Sisport sono comparsi dei cartelli di protesta, probabilmente attaccati durante la notte da tifosi granata. Sui cartelli si può leggere il forte disappunto per “una squadra di conigli ed un allenatore indegno”. Un'etichetta eccessiva per Ventura e anche per i giocatori, visto che negli ultimi anni, classifica a parte, il Torino ha sempre mostrato un certo carattere. Vi sono anche scritte più colorite che incitano i granata a vergognarsi del brutto risultato e di non aver capito nulla del Toro. In effetti una batosta così nel derby della Mole fa male e si aggiunge agli unici altri tre risultati uguali che risalgono al 1933, 1951 e 2002. Insomma, i tifosi hanno di che arrabbiarsi. 
Eppure ieri doveva essere un giorno storico per Ventura, anzi lo è stato. Il tecnico genovese infatti è alla guida del club piemontese dal 2010, quando la società decise di puntare su uno degli allenatori più esperti del panorama italiano per trainare i granata nella massima serie. Ventura ci è riuscito e ieri ha raggiunto le 194 panchine consecutive al Torino. Mai nessuno come lui, neanche Radice che certamente occupa un altro posto nel cuore del popolo torinese per lo scudetto conquistato ormai tanto tempo fa. Con Ventura il Torino è arrivato dalla Serie B all'Europa, venendo eliminato soprattutto dallo sfortuna nella gara contro lo Zenit. Partita che sicuramente vorrebbe rigiocare. 

I tifosi granata sono molto amareggiati, il poker di ieri sera verrà digerito con difficoltà, non prima del 20 marzo, quando ci sarà l'occasione di riscatto. La gara di andata di quest’anno è stata vinta dalla Juventus con un gol in pieno recupero (altro episodio poco fortunato), ma lo scorso campionato Ventura riuscì, nel mese di aprile, ad aggiudicarsi la stracittadina. La memoria però, si sa, nel calcio è molto labile. Anche davanti a un record. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]