Nigeria, strage di cristiani: oltre 100 le vittime

17 febbraio 2014 ore 11:09, Andrea De Angelis
Nigeria, strage di cristiani: oltre 100 le vittime
Il nord-est della Nigeria è sempre più terra di morte per i cristiani. Nella notte oltre cento persone sono state barbaramente uccise secondo le ricostruzioni delle autorità locali. Ci troviamo ad Izghe, nello stato di Borno, dove gli estremisti islamici di Boko Haram hanno fatto irruzione, come abitudine, nel cuore della notte. I sopravvissuti raccontano di come siano arrivati, a bordo di camion e moto, travestiti da militari. Ordinato loro di radunarsi in una parte del villaggio, hanno poi aperto il fuoco e massacrato le vittime a colpi di machete e coltelli, al grido di "Allah è grande". Tra le vittime, secondo indiscrezioni, anche musulmani moderati. Un'ora fa il senatore Ali Ndume ha comunicato che i cadaveri recuperati sono 106, ma si teme che il bilancio possa aumentare.
Nigeria, strage di cristiani: oltre 100 le vittime
Continua dunque la guerra tra il presidente (cristiano) Goodluck Jonathan e Boko Haram. La costituzione di milizie armate di autodifesa, formate anche da musulmani moderati, da affiancare alle forze di sicurezza, non ha portato ancora ai risultati sperati. Secondo alcune fonti, il massacro di questa notte è stata la reazione a una serie di bombardamenti aerei da parte delle forze nigeriane contro postazioni degli estremisti islamici non lontano da Izghe, verso il confine con il Camerun.    
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]