Dalla bufala alla realtà: l'era glaciale arriverà, ma tra 100.000 anni

17 gennaio 2016 ore 11:47, Andrea Barcariol
L'incremento delle attività umane, avvenuto negli ultimi quattro secoli, ha spostato in avanti di circa 100.000 anni la prossima era glaciale. E' quanto emerge da uno studio di un gruppo di ricercatori dell'Istituto per le ricerche sull'impatto climatico di Postdam che ha stabilito una relazione diretta fra insolazione del pianeta, livelli di anidride carbonica ed estensione e spessore dei ghiacci. La ricerca pubblicata su “Nature” è partito da un'osservazione: le glaciazioni sono sempre iniziate in periodi in cui i livelli di insolazione estiva erano bassi a causa di variazioni periodiche nell'orbita del pianeta. Anche ora siamo vicini al minimo di insolazione, che è stato raggiunto circa 400 anni fa, ma né
Dalla bufala alla realtà: l'era glaciale arriverà, ma tra 100.000 anni
oggi, né nei due-tre secoli precedenti, ci sono stati segni di un'incipiente glaciazione. Per questo Andrey Ganopolski e colleghi hanno sviluppato un'equazione che correla l'insolazione, i livelli atmosferici di CO2 e l'estensione e lo spessore dei ghiacci nell'emisfero settentrionale, scoprendo che l'umanità ha evitato per un soffio l'inizio di una nuova era glaciale.

«Anche senza i cambiamenti climatici di origine antropica ci aspetteremmo l’inizio di una nuova era glaciale non prima di a 50.000 anni da oggi che rende l’Olocene, l’attuale era geologica, un periodo insolitamente lungo tra le ere glaciali - sottolinea Andrey Ganopolski - Tuttavia, il nostro studio dimostra anche che anche
Dalla bufala alla realtà: l'era glaciale arriverà, ma tra 100.000 anni
emissioni supplementari di CO2 relativamente moderate prodotte dalla combustione di petrolio, carbone e gas sono già sufficienti a rinviare la prossima era glaciale di altri 50.000 anni
. La linea di fondo è che abbiamo fondamentalmente saltato un intero ciclo glaciale, il che non ha precedenti. E’ sbalorditivo che l’umanità sia in grado di interferire con un meccanismo che forma il mondo così come lo conosciamo». Per la prima volta, la ricerca ha potuto spiegare l’insorgenza delle ultime otto glaciazioni, quantificando diversi fattori chiave che hanno preceduto la formazione di ogni ciclo glaciale. Lo studio dimostra che anche piccole emissioni di carbonio supplementari influenzeranno l’evoluzione dei ghiacciai dell’emisfero settentrionale per decine di migliaia di anni. La scorsa estate sul web invece si era velocemente diffusa la notizia di una possibile nuova glaciazione nell'arco di 15 anni. Una delle tante bufale che circolano sulla rete e vengono riprese subito sui social network. Secondo questo studio, fortunatamente, bisognerà attendere molto di più.



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]